Come e dove si comprano gli ETF?

france, paris, streets-4384725.jpg

Dove si comprano gli ETF? Quanto costano e come si comprano?


Hai appena scoperto il mondo degli ETF, non vedi l’ora di acquistare il primo e ma non sai da dove iniziare? Sei finito nel posto giusto!

Oggi daremo una risposta a queste 5 domande:

  1. Dove si possono comprare gli ETF?
  2. Quanto costano gli ETF?
  3. Come si compra un ETF (step by step)
  4. Su che borsa conviene acquistare un ETF?
  5. Quali ETF conviene acquistare?

Prima di rispondere a queste domande facciamo un mini passo indietro. Voglio essere sicuro che tu sappia esattamente cos’è un ETF.

Cos’è un ETF

Un ETF (Exchange Traded Fund)è un insieme di prodotti finanziari (azioni, obbligazioni, derivati) accorpati secondo un criterio specifico. Solitamente servono a riprodurre l’andamento di un indice . Sono una sottocategoria dei fondi di investimento, insieme ai fondi comuni. Si distinguono da questi ultimi per:

  • i costi bassi (oltre 10 volte inferiori, vedi qui)
  • la gestione passiva (nella maggior parte dei casi, scopri gli ETF a gestione attiva)
  • gli ETF sono quotati sui mercati come le azioni

Se vuoi approfondire la questione ETF ti lascio qui sotto il link di alcuni articoli utili:

Guida introduttiva agli ETF

ETF ad accumulazione vs ETF a distribuzione

Dove comprare ETF

Dove si possono comprare gli ETF?

Per comprare gli ETF è necessario aprire un conto titoli con un broker online o una banca. Una volta aperto il conto, potrai acquistare gli ETF quotati sulle principali borse europee.

Per aprire un conto titoli possono essere necessari alcuni giorni o addirittura settimane, a seconda dell’intermediario che hai scelto. Solitamente il processo di apertura del conto richiede:

  •  la firma di un contratto in cui si accettano le condizioni di vendita
  • un piccolo deposito di una cifra simbolica per registrare il conto corrente dell’intestatario
  • la presentazione dei documenti di identità

Il conto infatti deve, per legge, essere intestato ad una persona specifica. La ragione è semplice. Possedere degli strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, fondi, ETF) comporta anche degli obblighi fiscali, devi cioè dichiararli nella dichiarazione dei redditi. In alternativa puoi scegliere degli intermediari o dei broker che ti fanno da sostituto d’imposta, che si occuperanno quindi di adempiere a tutti gli obblighi fiscali al posto tuo.

Se è la prima volta che acquisti ETF o qualunque altro strumento finanziario, e quindi non conosci bene tutto quello che comporta possederli, ti consiglio di andare nella sezione Risorse e scaricare la mia Checklist gratuita per Neo-Investitori. Ti darà una mano a capire se hai considerato tutti gli aspetti legati agli investimenti in borsa.

Ora che abbiamo parlato di come aprire un conto, andiamo a vedere dove aprire il conto. Dopo la mia esperienza in banca, ho deciso di iniziare a gestire in autonomia i miei investimenti. Ho aperto così un conto su Degiro e ti posso dire che mi sto trovando piuttosto bene, come puoi leggere nella mia recensione. Tuttavia non è detto che quello che va bene per me vada bene anche per te. Per questa ragione ho scritto questo articolo:

4 consigli per SCEGLIERE IL BROKER ONLINE che fa per te

Oltre a questo articolo ho anche scritto anche un articolo specifico sui migliori broker online per investire in ETF. Ti lascio qui sotto la tabella riassuntiva con i concetti chiave. TI consiglio però di leggerti l’articolo completo perchè sicuramente troverai delle informazioni utili e più complete.

PiattaformaPROCONTRO
DegiroLista di ETF gratuiti; commissioni molto basseNon fa da sostituto d’imposta
DirectaLista di prodotti gratis (tra cui alcuni ETF); fa da sostituto d’imposta; servizio PAC automaticoCommissioni più alte
FinecoOffre servizi bancari completi (conti e mutui); ha sedi fisiche; servizio clienti; offre servizi di consulenzaCommissioni ancora più alte
Moneyfarmoffre servizio di consulenza  e gestione degli investimentiCommissione sul capitale gestito

Nella maggior parte dei casi questi broker ti permetteranno di acquistare solo ETF armonizzati. Solo nel caso di Fineco potrai acquistare anche ETF non armonizzati.

Quanto costano gli ETF

Quanto costano gli ETF?

Il prezzo delle quote degli ETF è scelto in maniera arbitraria dal gestore del fondo. In genere oscilla tra i 5€ e i 300€. Quindi l’investimento minimo in un ETF è pari al prezzo di acquisto di 1 quota.

Spesso molti investitori inesperti rimangono stupiti da queste differenze di prezzo. Infatti anche ETF che fanno riferimento allo stesso indice possono avere prezzi delle quote molto diversi fra di loro. Cosa cambia quindi tra uno e l’altro? La risposta è che non c’è nessuna differenza dal punto di vista delle performance! 

Un +2% su di un ETF con quote da 5€ è uguale ad un più 2% di un ETF con quote 300€.

Facciamo un esempio pratico. Mettiamo caso tu abbia investito 900€. Nel primo caso dovrai comprare 900€/5€=180 quote. Nel secondo caso dovrai comprare 900€/300€= 3 quote. Se i due ETF hanno lo stesso indice di riferimento le performance saranno più o meno le stesse. Quindi un rendimento del 2% sui 900€ investiti nel primo ETF con quote da 5€ è lo stesso ottenuto dal secondo ETF, con quote da 300€. 

A parità di tutto il resto, di solito è più conveniente scegliere ETF con quote meno costose in modo tale che sia più facile acquistare e mantenere le giuste quantità di capitale definite dalla tua asset allocation. Pensa di voler investire 400€. Nel caso di un ETF con quote da 5€ non ci sono problemi. Nel caso di un ETF con quote da 300€ riusciresti a comprare una sola quota.

Come faccio a scoprire il prezzo delle quote?

Il prezzo delle quote cambia di secondo in secondo in funzione dell’andamento del mercato. Infatti il prezzo delle quote degli ETF è stabilito dall’incontro di domanda e offerta sui mercati. Da qui il nome Exchange Traded Funds.

Per scoprire il prezzo a cui vengono scambiate le quote degli ETF, puoi collegarti alla piattaforma del tuo intermediario o cercare il nome del fondo sui principali siti di finanza.

Quali sono i costi legati agli ETF?

Agli ETF sono legati 3 tipi di costi:

  • le commissioni di acquisto 
  • lo spread
  • il TER (Total Expense Ratio)

Le commissioni di acquisto sono quelle applicate dal tuo broker online o dalla tua banca.

Lo spread è una commissione applicata dal “sistema di connessione tra le borse” e dipende dal titolo che vuoi acquistare e dai volumi di scambio.

Il TER è il costo annuale applicato dal gestore del ETF (applicato in una piccolissima percentuale ogni singolo giorno). Per gli ETF, il TER oscilla generalmente tra lo 0,05% e lo 0,7% annuo.

Come comprare ETF

Come si comprano gli ETF?

Il primo passo per acquistare un ETF è aprire un conto titoli. Una volta aperto, sarà possibile acquistare e vendere gli ETF sulle principali borse europee.

Su che borsa acquistare gli ETF?

Gli ETF sono generalmente quotati su 4 borse:

Generalmente si preferisce scegliere la borsa su cui il broker applica le commissioni più basse e dove lo spread è minore.

Ho scritto un intero articolo a riguardo quindi ti invito ad approfondire qua:

Perché è importante scegliere bene la borsa su cui comprare un titolo?

Come Comprare ETF step by step su Degiro

1° passo: scegliere l’ETF da acquistare

Questo passo lo approfondiremo nel prossimo capitolo. Per questo esempio ho deciso di farti vedere passo per passo come acquistare il Rize Sustainable Future of Food UCITS ETF (IE00BLRPQH31;Ticker FOOD).

2° passo: verificare se l’ETF rientra nella lista degli ETF gratis

lista-etf-gratis-degiro

Il secondo passo da fare per comprare ETF su Degiro è andare a vedere se il fondo rientra nella lista degli ETF gratuiti su Degiro. Per farlo, puoi usare il foglio di calcolo che ho messo a tua disposizione gratis nella sezione risorse di Investimi. Il foglio ti aiuterà a verificare se l’ETF che hai scelto rientra nella lista degli ETF gratis e a vedere su quale borsa non devi pagare commissioni di acquisto o vendita.

In questo caso il Rize Sustainable Food è gratis su Borsa Italiana. (se te lo stessi chiedendo lo sapevo che rientrava nella lista degli ETF gratis :D)

3° passo: cercare l’ETF sul Degiro

 cercare-etf-Degiro

Il terzo passo è aprire Degiro ed inserire il nome, o ancora meglio l’ISIN, dell’ETF nella barra di ricerca e selezionare l’ETF quotato sulla Borsa di Milano (MIL).

4° passo: inserire i dettagli dell’ordine

inserire-dettagli-ordine-degiro-app

In questa schermata puoi gestire tutti i settaggi di come vuoi che venga eseguito il tuo ordine. Se vuoi che l’ordine venga eseguito immediatamente puoi semplicemente settare su “mercato” invece che “limite”. In questo caso io inserisco un ordine “limite” con di 20 quote, che vale solo per oggi (“day order”), con prezzo di acquisto (5,07€) leggermente inferiore prezzo al prezzo di mercato (in verde), ma non troppo lontano. Se oggi il prezzo di mercato raggiungerà 5,07€ allora il mio ordine d’acquisto di 20 quote, corrispondenti a circa 101€, verrà eseguito.

5° passo: verificare i dettagli e confermare l’ordine

verificare-dettagli-ordine-commissioni-degiro-app

Il quinto passo è controllare che tutto sia corretto nella la scheda riassuntiva di conferma dell’ordine. Solitamente, in questa schermata troverai anche le commissioni applicate da Degiro. In questo caso però ho scelto un ETF gratuito quindi non mi verrà applicata nessuna commissione.

Quali ETF acquistare

La risposta è dipende da quello che ti aspetti dal tuo investimento. Vuoi proteggere il capitale? O vuoi fare una scommessa per raddoppiare i tuoi soldi (te lo sconsiglio e probabilmente gli ETF non sono lo strumento più adatto)?

In ogni caso quello che devi fare è definire un portafoglio di investimento che sia allineato con i tuoi obiettivi di investimento e con il tuo profilo di rischio.

Quindi prima di andare oltre ti consiglio di leggere questo articolo:

PORTAFOGLIO DI INVESTIMENTO | La Guida Definitiva

In aggiunta se vuoi ho creato la mia personale selezione dei migliori ETF. La trovi qua:

Lista dei migliori ETF per categoria 2022

Guida all’acquisto di ETF – Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto che per acquista gli ETF è necessario avere un conto titoli con un broker online o una banca. Se vuoi concentrarti sugli ETF o sugli investimenti per il lungo termine ti consiglio questi 3 broker:

Una volta che avrai aperto il conto ti troverai a dover scegliere su che borsa acquistare l’ETF. In questo caso ti conviene scegliere quella con le commissioni applicate dal broker più basse e con i volumi di scambio maggiori (cerca sul sito di Borsa italiana per scoprire i volumi).

Nell’articolo abbiamo visto come acquistare un ETF sulla piattaforma di trading Degiro. Abbiamo visto come cercare l’ETF nella lista degli ETF gratuiti, come cercarlo sulla piattaforma e come inserire un ordine di acquisto di 20 quote.

Spero che questo articolo ti abbia aiutato a fare un po’ di chiarezza e ad approfondire un po’ la realtà degli investimenti in ETF. Se ti è stato utile ti chiedo di farmelo sapere nei commenti e sei ha altre domande non esitare a scriverle qui sotto. Sarò felice di risponderti!

PS: non se non l’avessi ancora fatto, mi raccomando, dai uno sguardo alle risorse gratuite per la finanza personale e gli investimenti che ho messo a tua disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.