Miglior ETF S&P 500 | Analisi e alternative

migliori ETF mercato americano

Qual è il miglior ETF ad accumulazione sull’S&P 500? Ed il migliore a distribuzione?


Di ETF sull’S&P 500 ce ne sono una marea e di ogni tipo!

Al momento (2021) esistono circa 40 ETF che investono nello Standard and Poor’s 500. A questi 40 ETF corrispondono circa una decina di indici di riferimento:

  • S&P 500 Buyback 
  • S&P 500 ESG 
  • S&P 500 ESG (EUR Hedged)
  •  S&P 500 Low Volatility 
  • S&P 500 Low Volatility High Dividend 
  • S&P 500 Minimum Volatility 
  • S&P 500 Quality, Value & Momentum Multi-Factorl 
  • S&P 500 
  • S&P 500 (EUR Hedged) 
  • S&P 500 Equal Weight 
  • S&P 500 ESG Elite 
  • S&P 500 ESG Elite (EUR Hedged) 
  • S&P 500 Paris-Aligned Climate

In questo articolo ci concentreremo sugli ETF S&P500 standard, senza ulteriori strategie particolari altrimenti l’articolo diventerebbe 32898389 pagine.

Prima di scendere nei dettagli dell’analisi assicuriamoci però di avere tutti i tasselli al loro posto. Rivediamo in due parole i concetti fondamentali.

Come sempre se ti senti già ferrato su questi argomenti puoi saltare direttamente all’analisi.

Cos’è un ETF

Se segui Investimi da un po’ avrai visto che questa descrizione 289 mila volte ormai visto che qui si parla un sacco di ETF (PS: iscriviti alla newsletter per ricevere i riassunti dei migliori articoli). Comunque…

Un ETF o Exchange Traded Fund non è altro che una scatola che contiene una serie di prodotti di vario genere, selezionati secondo un determinato criterio.

Gli ETF sono molto simili ai fondi comuni che ti vendono in banca, ma in generale sono più economici. Nel 90% dei casi gli ETF sono a gestione passiva, cioè riproducono in maniera fedele un indice di borsa.

Se sei interessato a scoprire come acquistare questi strumenti ti invito a leggere questo articolo:

Come e dove si comprano gli ETF?

Cos’è un Indice di Borsa

Un indice di borsa non è altro che un paniere di strumenti finanziari raggruppati secondo un determinato criterio.

Un criterio potrebbe essere per esempio quello di riprodurre il mercato italiano. E così nasce il FTSE MIB.

O in alternativa il mercato americano (S&P500), il mercato americano tecnologico (NASDAQ100) o il mercato americano industriale (Dow Jones Industrial Average 30).

Ogni giorno nascono dei nuovi indici per andare a sintetizzare l’andamento di mercati sempre più di nicchia, come per esempio il mercato delle innovazioni nel campo del cibo o dell’energia prodotta con l’idrogeno.

Cos’è l’indice S&P500

Non possiamo andare a parlare di ETF sull’S&P500 se non sappiamo manco cosa sia l’S&P500.

Come ti ho anticipato brevissimamente nel capitolo precedente l’indice Standard and Poor’s 500 detto anche S&P500 o semplicemente S&P è l’indice che descrive l’andamento del mercato americano in generale. E’ composto principalmente da 500 aziende a grande capitalizzazione del settore tecnologico come Apple, Facebook, Google, Microsoft ecc, ma anche molte altre.

Se vuoi approfondire ho analizzato l’indice S&P 500 in questo articolo.

Cosa sono e DIFFERENZE tra gli INDICI AMERICANI

composizione-aziende-società-sp500-americane-pesi-tutte

Miglior ETF S&P 500

Ora che abbiamo ripassato i concetti fondamentali è arrivato il momento di andare a rispondere alla domanda per cui sei qui: qual è il miglior ETF sull’S&P 500?

Partiamo dal definire cosa vuol dire migliore. Per migliore io intendo l’ETF che abbia il rendimento migliore a 3 anni. Nel caso entrino in gioco altri parametri te ne parlerò man mano all’interno dell’analisi.

Miglior ETF S&P 500 ad accumulazione

Andiamo subito al sodo e vediamo la lista degli ETF sull’S&P 500 ad accumulazione (i dividendi aumentano il valore delle quote). Rispetto ai 40 visti precedentemente la lista si riduce 7 ETF. Te li riporto qua sotto ordinati per rendimento a 3 anni.

miglior-etf-sp-500-accumulazione

Come possiamo vedere l’Amundi S&P 500 UCITS ETF EUR (ISIN LU1681048804; Ticker A500) è l’ETF che ha avuto il rendimento migliore negli ultimi 3 anni. Tuttavia se andiamo a guardare i rendimenti degli altri ETF notiamo che non ci sono grandi differenze, e anzi nell’ultimo anno ci sono stati altri ETF che hanno reso di più. Quindi dare una risposta definitiva in questo caso è molto difficile. Personalmente preferisco gli ETF a replica totale rispetto a quelli Swap, specialmente se il costo (TER) è lo stesso. Considerando anche le dimensioni, l’iShares Core S&P 500 UCITS ETF (Acc) (ISIN IE00B5BMR087, Ticker CSSPX ) sembra il candidato migliore a vincere il premio per miglior ETF ad accumulazione sull’S&P500. Considerando che il rendimento a 3 anni è in linea con gli altri strumenti, che è a replica fisica,ha un TER molto basso,  mi sembra ci sia poco da discutere. Se te lo stessi chiedendo, sì è anche quotato sulla Borsa di Milano.

Detto questo però valuta bene. Se hai delle questioni che ti spingono a preferire un altro ETF, perché per esempio paghi meno commissioni (vedi ETF gratis su Degiro o altri broker per investire gratis in ETF) o il tuo broker ha qualche accordo con qualche gestore,  non preoccuparti, tutti questi ETF sul mercato americano sono molto validi!

Tutto quello che ci siamo detti è riconfermato se guardiamo il grafico di questi ETF.

grafico-rendimenti-prezzo-etf-sp-500-accumulazione

Come puoi vedere i grafici sono quasi totalmente sovrapponibili. Questo indica che il sottostante è identico, a meno di qualche minima differenza percentuale, che può essere data anche semplicemente dai costi di gestione.

Miglior ETF S&P 500 a distribuzione

Vediamo come cambia la situazione se cerchiamo il miglior ETF S&P 500 a distribuzione (i dividendi vengono redistribuiti periodicamente) invece che ad accumulazione. Come per il caso dell’ ETF ad accumulazione te li ho ordinati per rendimento a 3 anni crescente.

miglior-etf-sp-500-distribuzione

Come puoi vedere anche in questo caso i rendimenti sono più o meno tutti allineati. C’è qualche minima differenza ma nulla di significativo. Anche perchè se guardassimo ai rendimenti dell’ultimo anno la classifica verrebbe stravolta. Quindi diciamo che a livello di rendimenti gli strumenti sono più o meno equivalenti.

Come nel caso precedente quindi la scelta si riduce alla valutazione degli altri parametri: dimensione del fondo, metodo di replica, e soprattutto TER.

Valutando questi 3 parametri l’unica conclusione che possiamo trarre è che l’ UBS con ogni probabilità non è la scelta migliore visto il costo più alto e una minore dimensione del fondo.

Escludendo questo, gli altri strumenti sono tutti degli ottimi candidati. Come ti ho già detto io preferisco gli ETF a replica fisica, che sia ottimizzata o totale non mi interessa troppo visto che le differenze sono minime. Per questa ragione mi sento di preferire l’iShares Core S&P 500 UCITS ETF USD (Dist) (ISIN IE0031442068, Ticker IUSA)  e il Vanguard S&P 500 UCITS ETF (ISIN IE00B3XXRP09, Ticker VUSA).Entrambi questi strumenti sono disponibili su Borsa Italiana.

Andiamo a vedere il grafico dei rendimenti nel tempo.

grafico-rendimenti-prezzo-etf-sp-500-distribuzione

Come nel caso precedente i grafici sono praticamente sovrapposti quindi non c’è molto da segnalare. L’unico appunto è il picco negativo del Lyxor S&P 500 UCITS ETF – Dist (EUR)

(ISIN LU0496786574, Ticker SPX) che è però sembra piuttosto artificiale. Probabilmente si tratta di un semplice errore di trascrizione dei dati. Immagino quindi che questa sia la ragione del minor rapporto rischio/rendimento che ha questo ETF rispetto a tutti i suoi colleghi.

Accumulazione o distribuzione, cosa scegliere?

ETF ad accumulazione o a distribuzione? Cosa scegliere

Se non sai ancora se investire con ETF ad accumulazione o a distribuzione sappi che la scelta non è così scontata. Nel caso tu scelga un ETF ad accumulazione sappi che hai dei grandi vantaggi fiscali in fase di accrescimento del capitale, visto che potrai sfruttare al meglio l’interesse composto.

Se invece il tuo obiettivo a lungo termine è vivere di rendita con i dividendi dei tuoi investimenti, la scelta è un po’ più complessa. Nel breve termine potrebbe essere più conveniente partire con un ETF ad accumulazione e poi switchare su un ETF a distribuzione. Ma questo ti porterebbe a realizzare una plusvalenza e quindi a pagare un sacco di tasse. Di conseguenza è necessario analizzare bene la situazione e pianificare fin dal inizio se investire prima in un ETF ad accumulazione e poi a passare ad uno a distribuzione o investire direttamente in un ETF a distribuzione.

Per questo ho creato un foglio di calcolo che ti guiderà proprio in questa scelta e ti aiuterà a risparmiare un bel po’ di soldi in tasse.

ETF-accumulazione-distribuzione-foglio-calcolo-confronto

Bonus: Confronto tra tutti gli ETF indicizzati S&P 500 e simili

Perchè no?

Proviamo a confrontare i rendimenti di tutti gli ETF sull’ S&P 500, includendo anche tutti quelli con strategie particolari. Includiamo anche questi indici: S&P 500 Buyback ,S&P 500 ESG, S&P 500 ESG (EUR Hedged),  S&P 500 Low Volatility, S&P 500 Low Volatility High Dividend, S&P 500 Minimum Volatility, S&P 500 Quality, Value & Momentum Multi-Factor,S&P 500 (EUR Hedged), S&P 500 Equal Weight, S&P 500 ESG Elite, S&P 500 ESG Elite (EUR Hedged), S&P 500 Paris-Aligned Climate.

Ti riporto qua di seguito i migliori ETF, sempre ordinati in base al rendimento a 3 anni.

miglior-tutti-indici-etf-sp-500

Se allunghiamo leggermente il periodo di riferimento e torniamo indietro fino al 2017 la situazione si ribalta e gli ETF Hedged, cioè con copertura valutaria si rifanno sotto e hanno addirittura avuto dei rendimenti più alti.

grafico-prezzi-confronto-miglior-tutti-indici-etf-sp-500

Se guardiamo invece al breve termine, 1 anno per esempio, le strategie particolari hanno reso di più rispetto agli ETF indicizzati S&P 500 “standard”. Questo è il classico comportamento degli ETF “smart beta” che investono secondo strategie che hanno rendimenti migliori rispetto al mercato in determinate condizioni, ma hanno magari rendimenti peggiori in altre (più standard ad una pandemia per esempio).

miglior-tutti-indici-etf-sp-500-1-anno

Contrariamente ai casi precedenti i grafici degli ETF seguono degli andamenti diversi, sintomo che effettivamente c’è qualche differenza significativa nel sottostante. In questo caso essendo tutti ETF indicizzati S&P 500 le aziende saranno le stesse ma cambieranno i pesi a seconda della strategia scelta.

grafico-rendimenti-prezzo-etf-sp-500-confronto-strategie-1-anno

Miglior ETF S&P 500 – Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto che esistono un’infinità di ETF che investono sull’S&P500 però solo 14 investono secondo l’indice di riferimento “standard” S&P500.

7 sono a distribuzione, 7 sono ad accumulazione. Tutti hanno rendimenti praticamente identici. Le differenze più significative si apprezzano in termini di TER (costi) di dimensione del fondo e di metodo di replica. La scelta si riduce quindi a valutare quale tra questi risponda meglio le nostre necessità.

Includendo anche gli indici satellite le performance variano a seconda che si valuti il lungo, medio o breve termine. Dal 2017 in poi gli ETF con copertura valutaria hanno reso di più rispetto agli ETF S&P500 standard. Nel medio termine gli standard hanno reso di più. Nel breve termine invece (1 anno) le strategie smart beta hanno dato dei rendimenti superiori a tutte le altre strategie.

Se il tuo scopo è vivere di rendita con i tuoi investimenti e stai cercando qualche ETF sulle aziende americane, sappi che esistono degli indici appositi che investono in aziende americane che staccano dividendi particolarmente alti. Se vuoi scoprire di più su questi indici ti consiglio di leggere l’articolo di approfondimento che ho scritto a riguardo:

Ciao! Cosa ne pensi di questo articolo? Fammelo sapere QUI sotto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.