Trade Republic VS Interactive Brokers | Confronto completo 2024

trade-republic-vs-interactive-brokers

Trade Republic o Interactive Brokers, cosa conviene? Quale scegliere?

Ricorda: Investire comporta rischi di perdite. Informati a dovere, valuta bene la tua propensione al rischio e non investire in strumenti che non comprendi.

Trade Republic e Interactive Brokers sono entrambe piattaforme di investimento piuttosto conosciute in Italia. Interactive è una broker storico, mentre Trade Republic è una piattaforma di investimento emergente.

In questo articolo andremo a confrontare Trade Republic e Interactive Brokers in modo tale che alla fine dell’analisi tu sia in grado di rispondere a queste due domande:

  1. Quale è il broker migliore tra Interactive Brokers e Trade Republic?
  2. Quale conviene scegliere?

Prima di scendere nel dettaglio dell’analisi, vediamo un po’ di dati generali.

Trade RepublicInteractive Brokers
ProdottiCriptovalute, Azioni, Obbligazioni, ETF, DerivatiAzioni, ETF, Fondi comuni, Obbligazioni, Opzioni, Futures, Warrants, CFD
Conto demoNo
Azioni frazionate
Regime fiscaleDichiarativoDichiarativo
Sede legaleGermaniaUSA
Costi di aperturaGratisGratis
Deposito minimo10€1€
Feature particolariPAC automatico
Interesse sulla liquidità (4,0%)
Conto multivaluta
GlobalAnalyst e Portfolio Analyst
Interessi sulla liquidità e sul prestito titoli 
Vai su Trade RepublicVai su Interactive Brokers

Trade Republic vs Interactive Brokers nei rating di Investimi

logo trade republic

Trade Republic

interactive-brokers-logo

Interactive Brokers

Tipi di conto

Iniziamo questo confronto tra Trade Republic e Interactive Brokers andando a confrontare l’offerta in termini di tipologie di conto.

Iniziamo da Trade Republic visto che l’analisi è molto rapida. Trade Republic offre un’unica tipologia di conto.

Interactive Brokers invece offre diversi piani in funzione che tu voglia operare come persona fisica o come azienda. Interactive Brokers inoltre offre anche la possibilità di operare con denaro finto, tramite un conto demo.

Questa è già una prima importante differenza tra Interactive Brokers e Trade Republic. Interactive Brokers è l’unico tra i due broker che offre il conto demo, ed il conto aziendale.

Con entrambe le piattaforme aprire un conto è molto semplice (e gratuito) e può essere fatto comodamente online.

In entrambi i casi il punto di partenza è il sito ufficiale di Interactive Brokers o di Trade Republic.

Prodotti

Una delle differenze fondamentali tra Trade Republic e Interactive Brokers è l’offerta di strumenti finanziari.

L’offerta di Trade Republic si concentra principalmente sugli strumenti finanziari rivolti agli investitori di lungo termine:

  • Azioni
  • Obbligazioni
  • ETF, ETC e ETN
  • Criptovalute
  • Derivati

Da sottolineare che nell’offerta di Trade Republic mancano i fondi comuni. Interessante invece la possibilità di investire in strumenti finanziari tradizionali e in criptovalute (con storage in cold wallet) nella stessa piattaforma.

L’offerta di Interactive Brokers invece è decisamente più ampia e include sia strumenti di investimento per il trading:

  • Azioni (anche frazionate)
  • Obbligazioni
  • ETF, ETC e ETN
  • Fondi comuni
  • Criptovalute (tramite ETN, CFD e opzioni)
  • Opzioni
  • Futures
  • CFD

In termini di connettività Trade Republic permette di operare in su 32 diverse borse.

Tramite Interactive Brokers è possibile connettersi alle principali borse di tutto il mondo e scambiare in un numero considerevole di valute:

  • 120 mercati
  • 26 Paesi
  • 22 diverse valute

Interactive Brokers quindi è decisamente più completa di Trade Republic per quanto riguarda l’offerta di strumenti finanziari.

Se però si vuole operare in strumenti di investimento tradizionali e criptovalute da un’unica piattaforma, allora Trade Republic è l’opzione ideale.

Commissioni

Andiamo ora a confrontare le commissioni di Trade Republic e Interactive Brokers.

Come per i piani, comprendere il funzionamento delle commissioni di Trade Republic è molto semplice: 1€ per operazione.

Chiaro e semplice.

Tra l’altro questa commissione può anche essere annullata se si imposta un Piano di Accumulo automatico (troverai più dettagli nei prossimi paragrafi).

Analizziamo ora le commissioni di Interactive Brokers.

Le commissioni di Interactive Brokers sono tutt’altro che chiare e semplici da capire.

Interactive Brokers offre una struttura commissionale a importo variabile, in funzione della quantità scambiata.

La commissione variabile può essere di due tipi:

  • commissione “digressiva” (la commissione variabile diminuisce all’aumentare della quantità scambiata)
  • commissione “fissa” (la commissione variabile non dipende dalla quantità scambiata)

Inoltre le commissioni cambiano da strumento a strumento, da mercato a mercato.

La tabella qui sotto riassume le commissioni applicate da Interactive Brokers sui principali strumenti finanziari sulle principali borse:

StrumentoCom. degressivaCom. fissaMinimo per ordine (Com. digressiva)Minimo per ordine (Com. fissa)
Azioni USA0,0035 USD0,005 USD0,35 USD1,00 US
Azioni Europa0,05% del controvalore della transazione0,1% del controvalore della transazione1,25 EUR4,00 EUR
Azioni Asia-Pacifico0,08% del controvalore della transazione5,00 AUD6,00 AUD
ETF Europa*0,05% del controvalore della transazione0,1% del controvalore della transazione1,25 EUR4,00 EUR
Fondi Comuni Europa0,1% del controvalore della transazione4,00 EUR
Opzioni USAda 0,25 a 0,65 USD per contratto1,00 USD
Opzioni Europada 0,15 a 0,90 EUR per contrattoda 0,20 a 1,5 EUR per contratto
Valute a pronti0,08 a 0,20 punti base x Valore del trade per singolo ordine
Obbligazioni10 punti base x valore nominale del trade per singolo ordine

Naturalmente l’offerta di Interactive Brokers è molto più ampia di quanto ho potuto sintetizzare in questa tabella. Ti invito quindi ad approfondire le commissioni sul sito ufficiale di Interactive Brokers per lo strumento specifico e per le borse su cui vuoi operare.

In conclusione, cosa conviene in termini di commissioni? Purtroppo in questo caso non c’è una risposta univoca visto che dipende da parametri come la borsa di quotazione, lo strumento e l’importo da investire

In generale, è ragionevole supporre che grazie al piano commissionale a commissione fissa, Trade Republic risulti più conveniente per grandi importi.

Al contrario, vista la struttura commissionale a commissione variabile con minimali piuttosto bassi, Interactive Brokers può risultare più conveniente per piccoli importi.

Piattaforme

Sia Trade Republic che Interactive Brokers offrono piattaforme di investimento accessibili sia dal web (desktop) che da mobile.

Trade Republic offre un’unica piattaforma, molto intuitiva, molto adatta per gli investitori alle prime armi.

Di contro, questa piattaforma è piuttosto povera di strumenti per il trading.

Interactive Brokers invece è certamente più completa da questo punto di vista.

Interactive Brokers infatti offre numerose piattaforme di trading e monitoraggio:

  • tramite app, con BKR Mobile e GlobalTrader
  • tramite web, con la piattaforme Client Portal e Trader Workstation
  • tramite API, con le API Interactive Brokers proprietarie

Quindi da questo punto di vista, le differenze si riducono ad una pura questione di gusti e di necessità.

Se sei in cerca di una piattaforma semplice e intuitiva, adatta ai principianti e non solo, Trade Republic è probabilmente la soluzione ideale.

Se invece sei in cerca di una piattaforma avanzata, completa di tutte le funzionalità per trading e investimenti, Interactive Brokers  è probabilmente la soluzione che fa per te. 

Feature particolari

Le features particolari sono certamente l’elemento che più distingue Interactive Brokers e Trade Republic. Andiamo quindi ad analizzare queste due piattaforme più in profondità.

Iniziamo andando ad analizzare alcune particolarità di Trade Republic.

Trade Republic offre delle feature interessanti per coloro che vogliono investire a lungo termine:

Come funzionano i PAC automatici?

Il funzionamento è molto semplice. In pochi click puoi impostare degli acquisti ricorrenti di una determinata somma di denaro, su un determinato strumento finanziario.

Per esempio, puoi impostare un PAC in modo tale che ogni 1° del mese la piattaforma vada ad acquistare 200€ dello “Strumento finanziario A”.

Nel PAC di Trade Republic è possibile fissare le seguenti frequenze di acquisto: 7 giorni, 15 giorni, 1 o 3 mesi.

Una cosa che certamente ti farà piacere è scoprire che se si acquisti tramite PAC c’è l’annullamento totale delle commissioni di transazione e la possibilità di acquistare azioni frazionate.

Andiamo ora a vedere la compensazione della liquidità (simile ad un conto deposito svincolato).

Anche in questo caso il funzionamento è piuttosto semplice: Trade Republic offre il 4,0% per sulla liquidità non investita (fino a 50.000€).

In aggiunta, Trade Republic ha recentemente annunciato il lancio della carta Trade Republic. La carta Trade Republic è una carta di debito Visa che ti permetterà di pagare le tue spese quotidiane con la liquidità presente sul tuo conto Trade Republic.

La carta Trade Republic è gratuita e senza commissioni. Anzi si riceverà un Saveback di Trade Republic del 1% sulle somme pagate. Una sorta di Cashback, solo che i soldi verranno investiti direttamente in uno strumento finanziario a tua scelta (invece che in liquidità, come accade solitamente per il cashback).

Analizziamo ora Interactive Brokers.

Iniziamo dicendo che anche Interactive Brokers offre un conto multivaluta. Tramite il tuo conto di Interactive Brokers puoi convertire e detenere oltre 20 valute (CAD, CZK, CHF, DKK, EUR, GBP, HKD, HUF, INR, ILS, JPY, MXN, NOK, NZD, RUB, SEK, SGD e USD) contro le sole 3 di Trade Republic.

Interactive Brokers offre anche dei sistemi avanzati di analisi e monitoraggio degli investimenti.

  • IBKR GlobalAnalyst
  • PortfolioAnalyst

IBKR GlobalAnalyst è un tool che permette di individuare titoli sottovalutati attraverso l’analisi del prezzo, di indicatori e di metriche finanziarie.

PortfolioAnalyst è un vero e proprio tool di monitoraggio del portafoglio di investimento, ma anche di più. Permette di collegare tutti i propri conti e di monitorare l’andamento del proprio patrimonio.

Inoltre Interactive Brokers permette di incrementare i propri rendimenti sugli asset depositati sulla piattaforma grazie a:

Nel primo caso puoi riceve un interesse fino al 2,15% sulla liquidità in EUR e fino al 4,33% sulla liquidità in USD.

Nel secondo caso invece si tratta di un vero e proprio “prestito titoli”. Tramite questa funzionalità puoi prestare le tue azioni ad altri trader per lo short selling, in cambio di una commissione pari al 50% del tasso riconosciuto sulla liquidità.

Ora che abbiamo visto anche le funzionalità di Interactive Brokers possiamo trarre le prime conclusioni.

Come abbiamo visto dal punto di vista delle funzionalità offerte, entrambe le piattaforme sono piuttosto ricche.

Trade Republic, si concentra su funzionalità per l’investimento a lungo termine, mentre Interactive Brokers offre funzionalità a 360°.

Quindi la scelta tra Trade Republic e Interactive Brokers si riduce alla scelta delle funzionalità che più si pensa di utilizzare!

Gestione fiscale

Trade RepublicInteractive Brokers
Sede legaleGermaniaUSA
RegolamentazioneBaFinSEC
Autorizzato in Italia
Sostituto d’impostaNoNo
Regime fiscaleDichiarativoDichiarativo
Report fiscaleNo
Vai su Trade RepublicVai su Interactive Brokers

Essendo prive di sedi in Italia, sia Trade Republic che Interactive Brokers non possono operare come sostituto d’imposta. Di conseguenza i clienti sono obbligati ad operare in regime dichiarativo, il che vuol dire che dovranno occuparsi loro di dichiarare i guadagni generati dai propri investimenti.

Tuttavia, Trade Republic mette a disposizione dei clienti con sede fiscale in Italia un report fiscale gratuito che può essere consegnato al proprio Caf o commercialista per assolvere agli obblighi fiscali sugli investimenti.

Interactive Brokers invece offre solamente dei resoconti dei movimenti, che però richiedono una rielaborazione da parte di un esperto (commercialista, Caf o servizio di accounting)

Quindi dal punto di vista della gestione fiscale, Trade Republic risulta più conveniente rispetto a Interactive Brokers.

Servizio clienti

Il servizio clienti di Trade Republic è limitato all’assistenza via email.

Al contrario Interactive Brokers offre un servizio di assistenza via email, telefono e live chat. 

Per entrambi i broker è disponibile anche una sezione Frequently Asked Questions (FAQ) sul sito con indicazioni su come risolvere i problemi più frequenti.

Opinioni dei clienti

Andiamo ora a fare un brevemente confronto tra i rating dei clienti sulle principali piattaforme di recensione:

Trade RepublicInteractive Brokers
Rating Play Store4,04,5
Rating App Store4,34,2
Rating Trustpilot3,83,7
N. recensioni Play Store110.00022.000
N. recensioni App Store3.100220
N. recensioni Trustpilot16.0002.500
Media pesata4,04,4
Vai su Trade RepublicVai su Interactive Brokers

Come puoi vedere dalla tabella di confronto, Trade Republic ha collezionato un numero superiore di recensioni rispetto a Interactive Brokers (sebbene abbia un numero di clienti decisamente inferiore).

Tuttavia è evidente che non tutti i clienti di Trade Republic hanno avuto un’esperienza positiva visto il rating di 3,4 sul Play Store (contro un il 4,7 di Interactive Brokers).

Considerando i voti generali, risulta evidente che i clienti di Interactive Brokers sono mediamente più soddisfatti dei servizi offerti dalla piattaforma rispetto ai clienti di Trade Republic.

Informazioni generali sui due broker

Interactive Brokers è una delle piattaforme di investimento/trading più grandi al mondo. E’ una multinazionale quotata dal 2007 che offre i suoi servizi in tutto il mondo.

I principali enti regolatori di Interactive Brokers sono:

  • Securities and Exchange Commission (SEC)
  • Financial Industry Regulatory Authority
  • New York Stock Exchange
  • Commodity Futures Trading Commission
  • National Futures Association
  • Chicago Mercantile Exchange

Trade Republic invece è una società relativamente giovane visto che è stata fondata nel 2015, ma conta già clienti in tutta Europa.

Trade Republic è regolamentata in Germania dalla BaFin, l’autorità tedesca di vigilanza nei mercati finanziari.) 

Entrambe le società sono iscritte “elenco delle imprese di investimento autorizzate in altri stati EU senza succursale in Italia” della CONSOB, l’autorità che vigila i mercati finanziari in Italia (Iscrizione N.5130 per Trade Republic e N.5270 per Interactive Brokers).

Trade Republic aderisce al meccanismo di protezione della liquidità fino a 100.000€ in caso di fallimento della piattaforma.

Al contrario Interactive Brokers aderisce al “Investor Compensation Fund” (ICF) che fornisce una copertura degli investimenti fino a 20.000€ per cliente.

Trade Republic VS Interactive Brokers: Conclusioni + Opinioni

In conclusione, cosa conviene scegliere? Trade Republic o Interactive Brokers?

Interactive Brokers ha un’offerta di strumenti e di connettività decisamente più ampia di Trade Republic, sebbene Trade Republic sia l’unica delle due piattaforme ad offrire trading di criptovalute reali.

In termini di commissioni, le due piattaforme sono entrambe molto convenienti. Trade Republic ha una struttura a commissione fissa, mentre Interactive Brokers ha una commissione variabile in funzione della quantità acquistata, quindi talvolta può risultare più conveniente l’uno, talvolta l’altro.

Vista la commissione fissa di 1€, e la presenza di minimali per Interactive Brokers, è probabile che Trade Republic risulti più conveniente (anche grazie all’annullamento delle commissioni per i PAC)

In termini di funzionalità, entrambe le piattaforme hanno creato delle features che le contraddistinguono dagli altri broker:

Trade Republic offre:

  • i Piani di Accumulo automatici (PAC automatici)
  • gli interessi sulla liquidità

Interactive Brokers offre:

  • Conto multivaluta in 20 valute
  • GlobalAnalyst e Portfolio Analyst
  • Interessi sulla liquidità e sul prestito titoli 

Considerando tutti questi aspetti qual è il broker migliore? Trade Republic o Interactive Brokers?

Se per te la facilità di utilizzo e la semplicità è un fattore decisionale importante, Trade Republic può essere la soluzione ideale. 

Se invece invece una piattaforma che ti permetta di investire in qualunque cosa ti passi per la testa, Interactive Brokers è probabilmente la soluzione ideale per te.

Se sei ancora indeciso, analizza bene le features particolari delle due piattaforme e scegli quella con le funzionalità che ritieni più interessanti!

logo trade republic
Costo di apertura0€
Costo mensile0€
Costo di chiusura0€
interactive-brokers-logo
Costo di apertura0€
Costo mensile0€
Costo di chiusura0€

Altre Risorse

Il miglior broker in assoluto?

Non esiste.
Ogni investitore ha le sue necessità.

Scopri il broker
che più si adatta alle tue esigenze
con il Comparatore di Investimi.

Note sulle commissioni di Scalable Capital
PRIME Broker / PRIME+ Broker: 0 € per operazioni con importo di almeno 250 €. Per operazioni con importi inferiori a 250 €: 0,99 €. FREE Broker: zero costi d’ordine per l’acquisto di ETF PRIME (tutti gli ETF Invesco, iShares, Xtrackers) con importo pari o superiore a 250 €. Per importi inferiori: 0,99 €. Tutti i piani: zero costi d’ordine per le esecuzioni dei piani di accumulo. Si possono applicare commissioni per crypto, costi prodotto, spread e/o incentivi.

Clicca qui per maggiori informazioni

Per i nuovi clienti: 4 % annuo di interessi (Baader Bank) fino a 1 milione di € per quattro mesi. Successivamente 2,6 % annuo di interessi variabili su un massimo di 100.000 €. Interessi solo con PRIME+. Condizioni su scalablecapital/interessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto