PATRIMONIO NETTO Personale: Sei ricco o povero? +Calcolatore

Patrimonio netto personale

Cos’è il patrimonio netto personale? Come si calcola? Sei ricco rispetto media italiana?


Il patrimonio netto personale, “Net Worth” in inglese, è la misura della ricchezza di una persona. Formalmente, viene calcolato come “attività” meno “passività”. Per semplificare, puoi pensare al patrimonio netto personale come a tutto ciò che possiedi meno tutto ciò che devi.

“Patrimonio Netto”  = “Attività” – “Passività”

Calcolatore patrimonio netto personale

Calcola il tuo patrimonio netto personale con il calcolatore di Investimi.

Leggi qui sotto per ulteriori dettagli su come utilizzare correttamente il calcolatore di patrimonio netto di Investimi.

Come si calcola il patrimonio netto personale?

Il calcolo del tuo patrimonio netto personale richiede di fare un bilancio di tutto ciò che possiedi e dei tuoi debiti.

Patrimonio netto calcolo Risparmiare

Tutto facile no? Non proprio. Pensa per esempio ad una casa acquistata facendo un mutuo, oppure al televisore da 75 pollici che hai appena acquistato a rate. Potresti possedere il bene, ma contemporaneamente avere anche un debito. Ecco in questi casi potrebbe non essere così scontato come conteggiare il patrimonio netto.

Non ti preoccupare, non c’è nulla di difficile. Basta solo sapere come comportarsi in questi casi.

Proviamo a fare un paio di esempi per capire come gestire questi casi meno scontati. Prima di procedere però è bene specificare che il patrimonio netto è una misura puntuale, viene cioè calcolato per un dato momento nel tempo: 

“Il mio net worth al 1 gennaio di questo anno valeva X mila euro.”

“L’1 febbraio invece aveva un valore di Y mila euro.”

Il patrimonio netto infatti può oscillare significativamente, specialmente se è legato al valore di azioni quotate sui mercati finanziari.

Pensa per esempio al net worth di Elon Musk, il proprietario di Tesla. Gran parte del patrimonio netto di Elon Musk è costituito dalle sue azioni Tesla. Quando il valore delle azioni sale anche il suo net worth cresce, quando scendono, anche il suo net worth scende. E negli ultimi anni le azioni Tesla sono oscillate molto! Elon è stato l’uomo più ricco del mondo per qualche giorno ma poi ha dovuto cedere nuovamente lo scettro a Jeff Bezos (CEO di Amazon).

Grafico prezzo tesla tsla

Torniamo ai nostri esempi di calcolo del patrimonio netto nel caso di beni coperti da debito. Iniziamo con il caso della casa. Assumiamo ad esempio che tu abbia acquistato una casa da 200.000€. 50.000€ li paghi di tasca tua e 150.000€ con mutuo.

Ora puoi procedere in due modi.

  • Metodo 1: puoi considerare 200.000€ nelle attività e 150.000€ nelle passività
  • Metodo 2: puoi considerare direttamente 50.000€ nelle attività

Entrambi i metodi portano allo stesso risultato. Ti dimostro subito perché. Assumiamo che tu possieda solamente questa casa e niente altro. Il tuo patrimonio netto personale (attività-passività) nei due metodi sarebbe pari a:

Patrimonio netto metodo 1: 200.000€ – 150.000€ = 50.000€

Patrimonio netto metodo 2: 50.000€ – 0€ = 50.000€

Come puoi vedere il risultato finale è lo stesso!

Questo era un esempio per farti vedere che il funzionamento in generale. Tuttavia nel calcolo del patrimonio netto è più corretto utilizzare il valore di mercato dell’immobile piuttosto che il valore di acquisto. 

Quindi, in generale conviene utilizzare il primo metodo: considerare il valore dell’immobile come attività ed il debito ancora da pagare come passività.

Il discorso nel caso del televisore acquistato a rate è un po’ più complesso. Non voglio complicare troppo le cose quindi se ti va lo affrontiamo alla fine di questo articolo.

Analisi delle attività e delle passività

Andiamo a vedere brevemente cosa inserire nelle singole voci del calcolatore.

Attività

Le attività sono tutti quei beni che possono essere ceduti in cambio di denaro

  • Proprietà immobiliari
  • Risparmi liquidi
  • Fondo pensione
  • Investimenti finanziari
  • Investimenti alternativi
  • Altri beni
  • Crediti

Nella sezione Proprietà immobiliari devi inserire il valore di mercato dei tuoi beni immobili. Per esempio, la casa dove abiti, la casa al mare o in montagna,  l’appartamento di tua proprietà che affitti agli studenti, o terreni che possiedi.

Nella sezione Risparmi liquidi devi inserire il valore dei tuoi conti correnti, conti deposito e degli eventuali contanti che possiedi.

Nella sezione Fondo pensione devi inserire il valore del tuo TFR e di eventuali fondi pensione complementari. Visto che sono soggetti a tassazione ti consiglio di considerare il valore netto di questi. Calcolarlo non è così facile (trovi ulteriori dettagli qui: FONDO PENSIONE Aperto, Chiuso e PIP | Cosa conviene?) per semplicità considera una tassazione del 23% (quindi prendi il valore lordo e moltiplicalo per 0,77)

Nella sezione Investimenti finanziari devi inserire il valore delle tue azioni, obbligazioni, fondi comuni, ETF, criptovalute, opzioni, futures, polizze vita unit e index linked ecc… nel momento in cui vuoi misurare il tuo net worth. In base agli strumenti finanziari che utilizzi (criptovalute e azioni per esempio) questa voce può oscillare molto nel tempo. Ecco perché è importante creare un portafoglio di investimento ben bilanciato.

Nella sezione Investimenti alternativi devi inserire il valore di eventuali investimenti alternativi che possiedi: quote di startup, P2P Lending, Crowdfunding Immobiliare, Crowdlending, NFT, Arte e collezionabili.

Nella sezione Altri Beni inserisci il valore di mercato di tutti gli oggetti che possono avere un valore come per esempio auto, gioielli, televisori, computer, orologi, lingotti, mobili, ecc… Di fatto potresti inserire qualunque oggetto sia vendibile. Tuttavia qui si tratta di usare il buon senso. 

Non impazzire per fare una stima del valore di tutto quello che possiedi.

100€ in più o in meno non fanno la differenza, specie se hai un patrimonio netto rilevante. 100€ su un patrimonio netto personale di 1 milione sono noccioline. 

Quindi se vuoi un consiglio, considera solo le cose di grande valore e soprattutto che conservano il valore nel tempo. 

Se a Natale compri 10 buste di salmone per fare da cena a tutti i tuoi invitati non ha molto senso che tu le inserisca nelle tue “attività”.

Nella sezione Crediti inserisci eventuali prestiti che hai fatto a terzi. Anche in questo caso ti raccomando di usare la testa. E’ inutile inserire nei crediti il valore del giro di birre che ti devono restituire i tuoi amici o i soldi che hai dato a tuo cugino per comprare la macchina 10 anni fa e che non rivedrai mai più.

Inserisci solamente crediti importanti che hai una ragionevole certezza ti verranno restituiti!

Ora che abbiamo tutto un po’ più chiaro è arrivato il momento di riassumere tutto quello che ci siamo detti sulle attività.

Sezione “Attività”Cosa inserire
Proprietà immobiliariprime e seconde case, terreni
Risparmi liquidicash, conto corrente e conto deposito
Fondo pensionepensione integrativa e TFR
Investimenti finanziariazioni, obbligazioni, fondi, derivati, polizze vita ramo III
Investimenti alternativiquote di startup, P2P Lending, Crowdfunding Immobiliare, Crowdlending, NFT, Arte e collezionabili
Altri beniauto, gioielli, lingotti, oggetti di valore
Creditiprestiti

Passività

Le passività sono l’insieme di tutti i debiti contratti da un individuo:

  • Mutui
  • Finanziamenti
  • Fidi
  • Altri debiti

Cerchiamo di capire meglio la differenza tra queste forme di passività.

Il Mutuo è generalmente di importo maggiore e richiede delle garanzie piuttosto forti come un immobile o dei beni (delle attività appunto). La forma di mutuo più conosciuta è sicuramente il mutuo immobiliare, in cui si offre come garanzia per la restituzione del prestito l’immobile stesso.

Il Finanziamento è solitamente di importo più basso rispetto al mutuo e non richiede garanzie. La forma di finanziamento più conosciuto è quello per l’acquisto dell’auto. Contrariamente al mutuo non richiede nessuna garanzia.

Il Fido consiste nella possibilità di andare “in negativo” sul conto corrente. In altre parole la banca ti dà in prestito del denaro per coprire delle spese improvvise. Ovviamente dovrai restituire restituire queste somme con degli interessi. Solitamente il fido è lo strumento a cui viene applicato il tasso di interesse più alto visto che appunto dovrebbe essere usato per coprire spese piccole e improvvise e quindi restituito in tempi brevi.

Nella sezione Altri Debiti inserisci infine altri debiti che puoi avere con amici o conoscenti.

Riassumiamo le passività necessarie per calcolare il patrimonio netto personale:

Sezione “Passività”Cosa inserire
Mutuiimporto totale dei mutui
Finanziamentiimporto totale dei finanziamenti
Fidiimporto totale dei fidi
Altri debitialtri debiti contratti

Perchè lo stipendio non rientra nel calcolo del patrimonio netto personale?

aprire partita IVA medico

Sicuramente ti sarai reso conto che lo stipendio o i guadagni non vengono minimamente tenuti in conto nel calcolo del patrimonio netto. Questo perché, come abbiamo visto, il patrimonio netto è una fotografia delle tua ricchezza in un determinato momento. E’ indipendente dai flussi di cassa presenti o passati.

Conta solamente quello che possiedi e quello che devi agli altri in un determinato momento.

I guadagni, che siano entrate passive, come i guadagni dagli investimenti, o entrate attive derivanti dal tuo lavoro, non rientrano nel calcolo del patrimonio. Se però iniziamo a misurare l’andamento del nostro patrimonio nel tempo allora sì che potremmo vedere l’effetto dei guadagni. Anzi mi correggo. Vedremo l’effetto del risparmio.

Il motore che fa aumentare il patrimonio non è il guadagno, ma il risparmio.

Grazie al risparmio infatti andiamo ad alimentare la colonna delle attività. Grazie al risparmio continuiamo ad accumulare ricchezza.

Ecco perché è fondamentale avere un bilancio personale o familiare. 

Se ancora non avessi iniziato a fare il tuo bilancio, ti consiglio di iniziare da ora. Inizia a tracciare tutte le tue entrate e le tue uscite. Se pensi che sia difficile, sappi che ormai la tecnologia ti permette di farlo praticamente senza alcuno sforzo. Sono ormai più di 3 anni che traccio tutte le mie spese e non tornerei mai indietro. 

Se vuoi diventare una vero pro della finanza personale non puoi non sapere come entrano ed escono i soldi dal tuo portafoglio!

Comunque se vuoi approfondire la questione bilancio personale ti consiglio di leggere l’articolo di approfondimento che ho scritto qua su Investimi (praticamente una guida! Scarica il Template per il Bilancio personale QUI)

Gestire le SPESE e il BUDGET | Template & Guida

Ora hai tutti gli ingredienti necessari per calcolare il tuo patrimonio netto personale, o net worth, come direbbero gli inglesi.

Scommetto però che ora ti starai chiedendo.

Ok, questo è il mio net worth, ma come sono messo? Sono ricco, povero o nella media?

Per scoprirlo non ti resta che condividere questo articolo con i tuoi amici e sfidarli a calcolare il loro net worth!

Mandalo ad almeno almeno 5 amici per avere dati attendibili.

Ok, fatto? Possiamo procedere. Nel mentre che aspetti la loro risposta puoi confrontare il tuo patrimonio netto con le medie nazionali che ti ho riportato qui sotto.

Patrimonio netto familiare medio per caratteristiche del capofamiglia

Ora che hai calcolato il tuo patrimonio netto, puoi usare le tabelle qui sotto per vedere come sei messo. Sei in linea con la media e con i tuoi pari?

Prima di procedere però c’è da fare un appunto. I dati qui sotto rappresentano il reddito familiare in funzione delle caratteristiche del capofamiglia. Non chiedermi perché sono presentati proprio così. Sono gli unici dati disponibili!

Per capofamiglia si intende il membro della famiglia da cui deriva la maggior parte del reddito familiare.

Iniziamo con un dato, il valore più generale in assoluto. Il patrimonio medio di un italiano.

La media del patrimonio netto familiare in Italia è pari a 206.422 euro.

Patrimonio netto familiare medio per sesso

maschi€ 226.685
femmine€ 172.503

Patrimonio netto familiare medio per età

fino a 30 anni€ 91.593
da 31 a 40 anni€ 114.010
da 41 a 50 anni€ 186.292
da 51 a 65 anni€ 256.688
oltre 65 anni€ 231.667

Patrimonio netto familiare medio per titolo di studi

senza titolo€ 64.164
licenza di scuola elementare€ 138.442
licenza di scuola secondaria inferiore€ 150.645
diploma di scuola secondaria superiore€ 241.879
laurea€ 417.393

Patrimonio netto familiare medio per condizione professionale

Lavoratore dipendenteoperaio€ 86.020
impiegato€ 195.230
impiegato direttivo, quadro€ 300.205
dirigente€ 671.029
totale€ 165.348
Lavoratore indipendentelibero professionista€ 455.709
imprenditore, altro autonomo€ 372.798
totale€ 394.152
Condizione non professionalecond. non professionale€ 205.785

Patrimonio netto familiare medio per Paese d’origine

Italia€ 223.244
Estero€ 39.851

Patrimonio netto familiare medio per Ampiezza comunale

non rilevato.
fino a 20.000 abitanti€ 194.460
da 20.000 a 40.000 abitanti€ 187.561
da 40.000 a 500.000 abitanti€ 198.443
oltre 500.000 abitanti€ 290.952

Patrimonio netto familiare medio per Area geografica

Nord€ 239.417
Centro€ 231.262
Sud e Isole€ 141.700

Curiosità sul patrimonio netto medio

Auto nuove

Come abbiamo visto, il patrimonio medio familiare in Italia è pari a circa 200 mila euro. Sono tanti o pochi? Vediamo cosa potresti acquistare con questi 200.000€ di patrimonio.

Secondo questa ricerca potresti acquistare un appartamento non più grande di 37 metri quadri a Roma (più piccolo se in centro). 74m2 a Milano, 96m2 a Napoli, 112 a Bologna, 146 a Torino e Bologna, 170m2 a Palermo.

Parlando di auto, con 200.000€ potresti comprare:

  • un Cayenne 4.0 V8 Turbo
  • una McLaren 570GT
  • una Ferrari California T
  • l’alettone anteriore di una Formula 1

Oppure se volessi investire in azioni Amazon potresti possedere ben 60 azioni, e possedere circa lo 0,000001% di Amazon. Oppure circa 200 azioni Tesla.

Parlando di Tesla, andiamo a vedere il patrimonio netto personale di Elon Musk e di altre celebrità e vediamo quante volte sono più ricchi dell’italiano medio.

Ah, se hai altre idee per spendere i tuoi 200.000€ di patrimonio fammelo sapere nei commenti!

Curiosità: patrimonio netto di personaggi famosi

the wolf of wall street

Chiudiamo questo articolo in bellezza. Con un sano pettegolezzo. Quanto sono ricchi veramente i VIP? O meglio, quante volte sono più ricchi delle persone normali?

Nella tabella qui sotto trovi la lista di alcuni imprenditori, sportivi e VIP, italiani e stranieri, ed il loro patrimonio netto personale.

Nome VIPPatrimonio (milioni)X volte più ricco dell’italiano medio
Elon Musk300.0001.500.000
Jeff Bezos201.7001.008.500
Warren Buffett100.500502.500
Ray Dalio20.000100.000
Bill Gates135.500677.500
Donald Trump2.50012.500
Barack Obama70350
Lewis Hamilton2601.300
Max Verstappen53265
Tiger Woods8004.000
Roger Federer5502.750
Valentino Rossi2001.000
Michael Jordan1.6008.000
Maradona100500
Federica Pellegrini22110
Silvio Berlusconi7.50037.500
Fabio Briatore4002.000
Giovanni Ferrero33.000165.000
Fabrizio Corona1050
Belen Rodriguez945
Chiara Ferragni1260
GDP Italia1.886.0009.430.000
GDP USA22.000.000110.000.000

Beni di consumo acquistati e patrimonio netto, come considerarli

Il problema del considerare i beni di consumo, come appunto computer, telefoni, televisori, bici elettriche, tavole da windsurf (i prezzi sono folli, oltre 2500€ per una tavola da windsurf nuova!) è che questi si svalutano nel tempo.

I modelli vecchi valgono sempre meno di quelli appena lanciati. L’usura e l’obsolescenza tecnologica fanno si che le cose si svalutino molto in fretta.

In questo articolo (Quando conviene comprare e rivendere l’auto per risparmiare?)per esempio abbiamo visto che un’auto nuova perde quasi il 20% del suo valore appena mette le ruote fuori dal concessionario.

Come si può tenere conto di questa cosa?

In realtà se si considera nelle attività il valore di mercato del bene e nelle passività il totale dei debiti da restituire (sommando tutte le rate che rimangono da pagare) saresti già a posto con i tuoi calcoli.

Tuttavia, avere costantemente sotto controllo il valore di mercato di tutti i nostri beni e dei pagamenti rimanenti può essere difficile.

Di conseguenza potrebbe essere utile considerare la svalutazione del bene considerando la sua vita utile media

Proviamo a fare un esempio. Assumiamo per esempio che la vita media di un PC è 5 anni. Il PC costa 1000€. Per semplicità si potrebbe assumere che ogni anno il PC si svaluta di 200€ (1000€/5). Quindi per esempio, se volessi tenere conto del valore del tuo PC vecchio di 3 anni, il valore da inserire nella casella delle attività sarà 400€ (1000€-600€).

Per questo articolo è tutto. Se era la prima volta che leggevi un articolo di Investimi ti invito a fare un giro del sito per scoprire di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.