Quando è il momento migliore per CAMBIARE L’AUTO? | ANALISI

man, suit, male

Quando conviene comprare e rivendere l’auto per risparmiare?


In questo periodo la mia vecchia auto è particolarmente affaticata. Spero non stia tirando gli ultimi. Quindi, in vista di un possibile KO della mia Meriva, ho iniziato a fare qualche analisi per capire di più sul mondo delle auto usate.

In questo articolo scoprirai quanto velocemente si deprezzano le auto nuove e usate e quali parametri influenzano il valore della tua auto.

Vedremo anche un’analisi numerica per capire quando è il momento migliore per acquistare e vendere la tua auto.

Iniziamo da qualcosa di cui probabilmente hai già discusso con i tuoi amici. L’acquisto di un’auto nuova di fabbrica.

Comprare l’auto nuova?

auto nuove da concessionario

Lo sanno anche i bambini ormai che comprare un’auto nuova non conviene dal punto di vista economico. Sui vari siti specializzati sulle auto la buttano sul ridere chiamandola “svalutazione ad 1 minuto”. Che sta ad indicare che non appena esci dalla porta del concessionario l’auto ha già perso il 10% del suo valore, per il semplice fatto che ora è “un’auto usata”.

Quindi se ti stai ancora chiedendo se vale la pena comprare un’auto nuova perchè puoi rivenderla a di più la risposta è NO.

Le auto nuove non convengono quasi mai.

Infatti solo alcuni rarissimi modelli conservano più del 85% del loro valore ad un anno dall’acquisto. Le altre auto sono destinate a svalutarsi più velocemente. Ma quanto velocemente? Lo vediamo tra poco.

Stimare il valore di un’auto usata

calcolare il valore dell'auto

La risposta è dipende

Dipende da mille variabili. Perchè quando vai sui vari siti di settore ti fanno inserire anche quanti panini hai mangiato in macchina? (non è vero ma ci manca poco)

Perchè più parametri tieni in considerazione più precisa è la valutazione.

Immagino che ogni sito di stima online abbia i suoi algoritmi per determinare quanto ogni singolo parametro influenzi il valore della tua auto.

Ma non è quello che ci interessa!

Non ha senso andare così nel dettaglio. Quindi vediamo solo a grandi linee quali sono i parametri che influenzano la valutazione delle auto.

Parametri per determinare il valore delle auto usate

I parametri che più pesano nella valutazione della tua auto sono:

  • Anno di prima immatricolazione
  • Chilometri percorsi
  • Marca
  • Modello
  • Prezzo di mercato di auto uguali o simili
  • Cilindrata
  • Optionals
  • Stato di conservazione
  • Colore
  • Limiti di legge

Come l’età dell’auto influenza la sua valutazione

E’ ovvio che a parità di tutti gli altri parametri, una macchina del 2021 ha un valore superiore ad una macchina del 2020. Le linee sono leggermente più moderne, i fari sono leggermente più belli, gli strumenti tecnologici sono più all’avanguardia.

Quindi è inevitabile che più nuova è l’auto più sarà costosa.

Come i chilometri influenzano la valutazione di un’auto

Più km, meno soldi.

Più km fai con la tua auto più scende il suo valore. Purtroppo è questa la dura legge della valutazione delle auto.

In particolare ci sono due scogli psicologici che una volta superati fanno scendere decisamente il prezzo della tua auto. I 100 km ed i 150 km infatti sono dei chilometraggi che molta gente utilizza come filtro nelle ricerche online.

Per definizione i filtri funzionano così. Se per esempio imposti un filtro per auto con max 100km, un’auto da 99km esce, mentre una da 101km no.

Quindi l’auto con 99 km ha molte più probabilità di uscire tra i risultati e quindi di essere venduta.

Sull’auto da 99km puoi anche fissare un prezzo più alto perché comparirà nelle ricerche insieme ad auto con meno chilometri che saranno quasi certamente più costose. Quindi l’utente, che per natura durante l’acquisto valuta il prezzo relativo tra gli oggetti, più che il prezzo in se, sarà portato a pensare che l’auto da 99km sia “economica”.

Al contrario l’auto da 101km rientra nel pentolone delle auto da 100 a 150km in cui si troverà a scontrarsi con i prezzi nettamente inferiori delle auto con più chilometri.

Quindi mi raccomando, se sei vuoi vendere la tua auto e sei prossimo ai 100 o ai 150km affrettati a prendere una decisione!

Per completare il discorso chilometraggio della macchina c’è però anche da affrontare un’altro discorso spinoso: il numero di chilometri percorsi per anno.

In funzione della cilindrata dell’auto (di cui parleremo dopo) esistono dei chilometraggi annui di riferimento. 

Se questi vengono superati il valore dell’auto scende del 1,5% per ogni 5000km al di sopra dei valori di riferimento.

Se sono al di sotto il valore dell’auto sale del 1% per ogni 5000km al di sotto dei valori di riferimento.

Trovi qui sotto i chilometraggi annui di riferimento per tipologia di motore.

Benzinafino a 1100 cm31101-1500 cm31501-2500 cm3oltre 2500 cm3
km/anno10.00015.00020.00015.000
Dieselfino a 1450 cm31451-2200 cm32201-3200 cm3oltre 3200 cm3
km/anno16.00025.00025.00020.000

Come marca e modello influenzano il valore dell’auto

meriva vs lamborghini

Basta dare uno sguardo a qualunque sito di auto usate per capire che marchio e ogni modello ha il suo mercato.

Auto come Ford Focus,  Fiat 500, Audi A3, Volkswagen Golf sono frequentissime. Altri modelli invece sono più rari.

Alcune auto, sia nuove che usate sono molto richieste, altre invece una volta acquistate diventano invendibili.

Ogni modello ha il suo mercato, che è determinato dalla domanda di gente che vuole acquistarlo e dalla quantità di auto del modello specifico in vendita.

Oltre al mercato del modello singolo dobbiamo anche considerare il mercato delle auto “sostitute”. Per esempio un acquirente interessato a comprare una A3 può finire per acquistare un’auto simile se la differenza di prezzo è significativa. Quindi il valore di mercato del singolo modello è influenzato anche dal valore di mercato delle auto simili e che potrebbero attirare la medesima audience.

Cilindrata, Optionals, Stato di conservazione, Colore

optionals e interni auto di lusso

Solitamente le auto con cilindrata maggiore hanno un prezzo più alto e vengono vendute più facilmente.

Questo perchè oltre al piacere di poter contare su una maggiore potenza le auto di grande cilindrata sono generalmente più affidabili e durano più a lungo.

Così come fanno piacere i cavalli sotto il sedere, fa piacere anche sentire un bel caldino durante l’inverno.

Gli optionals sono quelle cose che possono fare la differenza tra vendere la tua auto usata e rimanere a bocca asciutta.

E’ innegabile, a tutti piacciono gli optionals, che si usino o no. Il solo pensiero di poterli usare quando si vuole o anche solo farli vedere agli amici è una ragione in più per preferire una macchina rispetto ad un’altra.

Per la stessa ragione anche lo stato di conservazione ed il colore sono importanti. Pensa di presentarti ai tuoi amici con la tua nuova macchina rosa, con uno specchietto rosso non di serie e i sedili neri tutti sporchi e macchiati.

Ok qua stiamo parlando di una combinazione eccezionale di oscenità però anche l’occhio vuole la sua parte!

Alla fine la gente compra con il cuore non con il cervello!

Limiti di legge

Ogni anno le leggi si fanno sempre più stringenti.

I limiti sui motori vecchi a benzina e diesel stanno impattando sempre di più il mercato delle auto usate.

Chi mai si compra un’auto con un motore diesel Euro 2, che non può circolare per metà dell’anno?

Le auto con questi motori datati sono destinate ad essere vendute a sconto a causa dell’effetto che i limiti di legge hanno sulla domanda.

Quanto velocemente si svalutano le auto usate?

macchine usate pronte per demolizione

Guardando sui siti è evidente che c’è una grande differenza in termini di prezzo medio tra un’auto di un anno e l’altro.

Ma quanta differenza?

La tabella qui sotto risponde a questa domanda.

Svalutazione annuale media delle auto

Età autoValore rimanentesvalutazione annuale
096%20%
176%16%
260%13%
347%10%
437%8%
529%6%
623%5%
718%4%
814%3%
911%2%
109%2%
117%1%
125%1%
134%1%
143%1%
153%1%

Estrapolazione da dati su Rentdrive.it: Tabella svalutazione auto

Ovviamente questi sono valori medi, che non tengono conto delle specificità dell’auto.

Però penso possano comunque essere molto utili per capire quando è il momento migliore per cambiare la macchina in linea generale.

Per esempio possiamo già vedere che a distanza di due anni dall’acquisto un’auto nuova ha mediamente già perso il 40% del suo valore. Vuol dire che una macchina pagata 50.000€ a due anni dall’acquisto, con un utilizzo medio vale 30.000€. 

20.000€ (più i costi di manutenzione, tassi, bolli ecc)  bruciati solo per possedere e fare km con quell’auto.

Secondo queste stime il 4% è perso nel momento in cui esci dal concessionario, il 20% durante il primo anno, e un altro 16% durante il secondo anno. (righe 0 e 1, colonna “svalutazione annuale” della tabella).

Dal secondo anno in poi la svalutazione annuale scende velocemente rallenta fino a pochi punti percentuali all’anno.

Questo ci può essere molto utile per capire quando conviene acquistare e rivendere l’auto.

Ipoteticamente infatti se acquisti un’auto usata di 10 anni, ammetendo di mantenerla nello stesse condizioni, puoi rivenderla praticamente allo stesso prezzo, perdendo solo l’1% del valore originale dell’auto.

Facendo un esempio pratico.

Dopo 10 anni di utilizzo il proprietario dell’auto da 50k te la vende al 9% del suo valore, quindi circa 5k.

Te la tieni per un anno e la rivendi al 7% del suo valore (3,5k ) perdendo quindi il 2%  (1500€).

Svalutazione media mantenendo l’auto per più anni

Cosa succede se invece di tenere l’auto nuova o usata per un solo anno la tieni per più anni?

La risposta la trovi nella tabella qui sotto.

tabella-svalutazione-auto-nuova-usata-anni

Potrebbe non essere super chiara a prima vista ma adesso ti faccio un esempio e capirai subito.

Immaginati di comprare un’auto nuova e di tenerla per 5 anni.

Il secondo quanto ci siamo detti prima il valore passerà dal 96% del prezzo dell’auto appena acquistata (ricordati che perde il 4% appena mette le ruote fuori dal concessionario) al 29% (riga 5, colonna 2). Quindi perderà il 67% (96-29=67%) del suo valore. Questo è il valore che trovi nell’ultima colonna, nella prima riga e rappresenta appunto la svalutazione dell’auto acquistata l’anno 0 e venduta 5 anni dopo.

La riga sotto invece rappresenta la svalutazione dell’auto acquistata usata l’anno 1 e venduta 5 anni dopo (l’anno 6).

E così per tutte le righe e le colonne. Ad ogni colonna corrisponde perciò una strategia di vendita e acquisto.

In questo modo puoi stimare quanto ti costa comprare e a quanto puoi vendere in funzione di quando acquisti l’auto e di quando la vendi.

Per rendere l’analisi ancora più completa ho anche confrontato diverse strategie. 

Per esempio ho messo a confronto 3 scenari con durata 4 anni:

  • mantieni l’auto per 4 anni di fila (colonna “4 anni”)  
  • tieni l’auto per 2 anni, la vendi e ne compri una nuova con gli stessi anni (colonna “2+2 anni”)
  • compri l’auto e ogni anno la cambi, per 4 anni di fila (colonna “4 x 1 anni”)

Come puoi vedere la strategia in cui mantieni l’auto per 4 anni filati, senza vendere e comprare una nuova auto, è la strategia più conveniente per evitare di perdere soldi (escludendo gli eventuali costi di manutenzione straordinaria dovuti all’invecchiamento del veicolo).

Per tenere conto di questi costi nelle tue analisi ho costruito un foglio di calcolo apposito. Lo trovi nella sezione risorse di Investimi. Ti consiglio anche di dare uno sguardo a questo articolo.

Per comodità ho anche trasformato la tabella in un grafico.

grafico di svalutazione delle auto nuove e usate in funzione di quanti anni la tieni

Il grafico si usa nella stessa identica maniera della tabella.

Scegli la strategia che vuoi adottare, e per ogni età del veicolo al momento dell’acquisto (asse x) scopri quanto si svaluterà seguendo la strategia (leggendo la svalutazione sull’’asse y)

Non l’ho specificato precedentemente ma nelle strategie combinate (es 2+2 o 4×1) la svalutazione è quella totale, ossia quella combinata dei veicoli (2 veicoli nel caso del 2+2 e 4 nel caso del 4×1).

Ad ogni modo dal grafico possiamo vedere che per veicoli piuttosto nuovi le curve sono molto inclinate, il che vuol dire che l’auto si sta svalutando in fretta.

Di fatto matematicamente l’inclinazione della curva indica quanto velocemente si sta svalutando l’auto. Più è inclinata la linea più velocemente si svaluta.

Possiamo notare che in generale tutte le curve si addolciscono dopo i 3 anni circa. Quindi se vuoi un buon rapporto tra svalutazione e auto nuova un’auto di 3 anni potrebbe essere una soluzione ideale.

Se invece ti accontenti di un’auto un po’ più vecchiotta e vuoi puntare a ridurre al minimo la sua svalutazione un’auto di 6 anni potrebbe fare al caso tuo. Dovrebbe garantirti una differenza tra un prezzo di acquisto e di vendita molto basso, indipendentemente dal fatto che tu la tenga per 1 o 5 anni.

 Quando è il momento migliore per cambiare l’auto – Conclusioni

Ogni quanto cambiare l’auto?

Valutando solamente il valore di mercato dell’auto e trascurando i costi di manutenzione del veicolo, la strategia più conveniente è quella di mantenere il veicolo per il maggior tempo possibile. 

In ogni caso, maggiore è la frequenza con cui cambi l’auto, maggiore è la svalutazione in cui incorrerai. La svalutazione è ancora maggiore per i veicoli recenti (0-5 anni) ma diventa quasi trascurabile per i veicoli oltre i 6 anni.

Quando si abbassano i prezzi delle auto?

Nei primi 3 anni di vita l’auto si svaluta con una velocità molto elevata. A partire dal 4 anno la svalutazione inizia a rallentare fino quasi ad azzerarsi per veicoli oltre i 15 anni.

In termini di convenienza quindi la mia scelta ricade sui veicoli di 4 anni. Queste auto infatti hanno scontato molta della loro svalutazione e tenderanno a mantenere il loro valore più a lungo.

Quanti chilometri deve avere l’auto usata da acquistare?

Per rispondere a questa domanda possiamo prendere la tabella dei chilometri per anno che abbiamo visto precedentemente.

Benzinafino a 1100 cm31101-1500 cm31501-2500 cm3oltre 2500 cm3
km/anno10.00015.00020.00015.000
Dieselfino a 1450 cm31451-2200 cm32201-3200 cm3oltre 3200 cm3
km/anno16.00025.00025.00020.000

In funzione dell’età dell’auto che abbiamo scelto possiamo determinare quanti km deve avere al massimo.

Facciamo un esempio.

Prendiamo una macchina con 4 anni, diesel con oltre 3200 cm3 di motore.

Per essere nella media l’auto dovrà aver percorso massimo 20.000×4=80.000 km. Oltre questa soglia dovrete pretendere un prezzo ribassato rispetto alla media di mercato.

Se invece l’auto ha meno di 80.000 km allora sarà il venditore a poter pretendere un prezzo superiore alla media del mercato.

Quanti chilometri fare prima di cambiare l’auto?

La risposta la trovi nuovamente nella tabella qui sopra.

In media dovresti tenerti al di sotto dei chilometri per anno riportati nella tabella. Se ti accorgi che stai percorrendo troppi chilometri potresti valutare la possibilità di cambiare auto prima che si svaluti troppo a causa del chilometraggio fuori mercato.

Quando è il momento migliore per cambiare l’auto?

Il periodo migliore per cambiare l’auto è da dicembre a marzo quando i rivenditori sono costretti ad offrire sconti maggiori per liberarsi dei veicoli della linea vecchia prima che si svalutino.

Ciao! Cosa ne pensi di questo articolo? Fammelo sapere QUI sotto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.