NFT | Cosa sono? Tutto quello che devi sapere sui Non-fungible Token

NFT

Cosa sono gli NFT? Come si compra un NFT? Come si vende?


Gli NFT (Non-fungible Token) sono uno degli argomenti più caldi del momento. 

Gli NFT sono spesso associati all’arte digitale (immagini, videoclip e gif) la cui particolarità sta nell’unicità e nel fatto che la proprietà è certificata dalla blockchain.

Come vedremo però gli NFT sono molto di più! Detto in termini più “scientifici”:

Un NFT è un oggetto digitale unico o in serie limitata, le cui caratteristiche e la cui proprietà sono salvate sulla blockchain.

In due parole. La blockchain è un processo per cui più computer (centinaia, se non migliaia) verificano contemporaneamente l’esattezza di una serie di informazioni. Le criptovalute sono il premio per i computer che collaborano in questo processo di verifica.

In questo articolo però vorrei concentrarmi su cosa sono gli NFT e come funzionano quindi se sei interessato ad approfondire l’argomento blockchain e criptovalute ti rimando all’articolo che ho pubblicato poco tempo fa:

Leggi articolo: Tutto quello che c’è da sapere sulle CRIPTOVALUTE (spiegato facile)

Non perdiamo altro tempo. Andiamo a vedere cosa sono i Non-Fungible Token! Partiamo con il comprendere bene cosa vuol dire non-fungibile.

Cosa significa “Fungibile”?

Ti sembrerà strano (o almeno a me è sembrato strano), ma “fungibile” è una parola italiana vera. Da dizionario Treccani:

fungìbile agg. [dal lat. mediev. fungibilis, der. del lat. fungi «fungere»]. – In diritto, di beni che, non avendo specifica individualità, possono tenere l’uno il posto dell’altro agli effetti giuridici (bene f. è, per eccellenza, il denaro). Per estens., e in usi fig., di cose in genere, e anche di persone, che possono essere usate l’una in sostituzione di un’altra (quindi sinon. di intercambiabile).”

Riassumendo qualcosa di fungibile è qualcosa di sostituibile da qualcosa di simile o identico

In altre parole, il termine non fungibile sta a significare che qualcosa non è unico.

Infatti avrebbero fatto prima a chiamarli “Unic Tokens”, ma probabilmente il termine “non-fungible” suonava molto più misterioso.

Ora che abbiamo visto il significato di Fungible e Non-Fungible, andiamo a vedere qualche esempio reale per cercare di capire meglio il concetto e cosa sono gli NFT.

Esempio di cosa fungibile e non fungibile

ragazza criptovalute moneta NFT

Facciamo il confronto di una cosa fungibile e una non fungibile.

Se ho una banconota da 5 euro e ti chiedo di scambiarla con me per un’altra banconota da 5 euro, probabilmente non ti farà né caldo né freddo visto che fondamentalmente le due banconote sono identiche e hanno lo stesso valore. Questo significa che entrambe le banconote da 5 euro sono fungibili

Tuttavia, se per caso ti capita di avere una banconota “rara” perché per esempio ha un numero di serie particolare come uno, due, tre, quattro cinque, sei, sette, otto oppure qualche altro numero particolare o qualche segno unico, il valore della tua banconota non è più solo 5 euro, ma molto di più! 

Grazie alla sua caratteristica di unicità (il numero di serie unico e di valore) la tua banconota da 5 euro è un bene Non-fungibile.

La mia banconota da 5 euro non rara invece è fungibile, è scambiabile con qualunque altra banconota da 5 euro.

Quindi, un token non-fungibile è come la banconota rara da 5 euro: è una moneta digitale a cui è associato un attributo unico.

NFT vs Criptovalute

Mi riallaccio al discorso del capitolo precedente per spiegarti la differenza tra NFT e Criptovalute.

Secondo quanto ci siamo appena detti le criptovalute sono beni fungibili!

Che tu acquisti un Bitcoin da me, da mio cugino, tramite Binance o tramite Crypto.com quello che ricevi è assolutamente la stessa cosa (PS: leggi il mio articolo su come investire in criptovalute in sicurezza)

1 Bitcoin è sempre 1 Bitcoin, indipendentemente dalla sua storia.

Se invece acquisti il mio NFT o quello di mio cugino, anche se il prezzo può essere lo stesso, stai necessariamente acquistando due cose diverse.

Gli NFT sono, per definizione, beni unici, insostituibili e non-fungibili.

In realtà Bitcoin e molte altre criptovalute sono considerate non fungibili nel senso che, essendo tutte le transazioni salvate sulla blockchain, è possibile risalire alla storia di ogni Bitcoin. Questo vuol dire che se un certo Bitcoin è stato per esempio utilizzato per atti illegali, potrebbe valere meno di un Bitcoin appena coniato senza storia. Rimandiamo però questo discorso ad un prossimo articolo. Se l’argomento interessa però iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su quello che accade su Investimi!

Cosa sono gli NFT?

Torniamo agli agli NFT. Gli NFT sono fondamentalmente token unici, ma a cosa servono?

Gli NFT usati per provare la proprietà di un certo file digitale

Prendiamo un’opera d’arte, un dipinto, ad esempio. Il dipinto originale è molto più prezioso delle sue copie. Non a caso ci sono delle società che si occupano proprio di rilasciare certificati di originalità delle opere. Si fa persino con i pezzi delle auto da collezione!

Ma quando si tratta di un file digitale, come fai a sapere qual è l’originale e quali sono le copie?

I file digitali stanno diventando sempre più popolari, importanti e di valore. Di conseguenza diventa sempre più importante certificarne la proprietà e l’originalità!

Ad esempio, posso scrivere un libro in digitale e venderne la prima copia sotto forma di NFT. Chi acquista l’NFT da me avrà il diritto di dire che possiede la prima copia in assoluto del mio libro.

Proviamo a fare uno step successivo. Se oltre ad ottenere questo diritto, il compratore del NFT della prima copia del mio libro ottenesse anche un qualche altro tipo di guadagno? Come per esempio il 2% delle rendite di tutte le altre copie?

O se io legassi al mio NFT un vincolo in cui tutte le volte che l’NFT viene venduto io guadagno una commissione del 20%?

Entrambe queste cose sarebbero possibili dal punto di vista sia pratico che teorico. Manca poco prima che questa tecnologia sia veramente disponibile!

Infatti ad ogni NFT è possibile collegare uno smart contract e trasformare l’NFT da semplice oggetto digitale di natura artistica, in un vero e proprio strumento digitale, con una funzione, un’utilità.

In realtà i primi esempi di “utility NFT ci sono già! Non sono così complessi come gli esempi che ti ho fatto ma se vuoi scoprire di più su questi strumenti puoi farlo in questo articolo di approfondimento.

Utility NFT | Cosa sono e come funzionano

Facciamo un passo indietro e torniamo al nostro esempio della prima copia del libro. Assumiamo che al mio NFT non abbia associato alcuna utilità extra. Ho dato all’acquirente solo il diritto di vantarsi di possedere la prima copia del mio libro.

Quanto vale quindi questo NFT? Tantissimo, così come assolutamente nulla. Tutto dipende dal valore che le persone riconoscono al mio libro e alla prima copia del mio libro. In altre parole tutto dipende dalla domanda. 

Togli la domanda e un NFT puramente artistico (senza Utility) non ha valore.

Attenzione, lo stesso vale per molti oggetti che normalmente riteniamo di grande valore! Se vuoi investire in arte e collezionabili in maniera consapevole ti consiglio di leggere questo mio articolo: Investire in arte e collezionabili online | Guida

Come si crea un NFT

Opensea marketplace NFT interfaccia NFT

Vediamo ora come si crea un NFT. Per creare un NFT ci sono diversi metodi. Vediamo però il più semplice. Per creare il tuo NFT puoi collegati a piattaforme come Rarible o Opensea (ci sono delle differenze importanti che devi conoscere! Leggi l’articolo di confronto qui: OpenSea VS Rarible | Confrontone), caricare l’immagine, la gif o la clip che vuoi trasformare in un NFT, inserire i dettagli che vuoi che siano allegati al file e pubblicarlo sul marketplace della piattaforma stessa.

Se hai mai aperto un profilo social sei sicuramente in grado anche di creare un tuo NFT con questo metodo!

Caratteristiche degli NFT

Ciascuno di questi token contiene in allegato informazioni come: il nome del token, il simbolo del token e altri tratti univoci come per esempio il numero di serie o altre caratteristiche di rarità se appartiene ad una collezione.

Attento, nota molto importante se stai pensando di creare un NFT o investire in NFT. 

Il file digitale (immagine o clip) non è contenuto nel NFT! L’NFT contiene solamente un indicazione dell’indirizzo dove è salvato il file ( in altre parole, un URL).

Se per qualche motivo l’URL del file dovesse cambiare potresti rimanere con un pugno di mosche!

Un’altra cosa che devi capire è che chiunque può utilizzare quel collegamento per visualizzare il file. Quindi di fatto tu hai il diritto di riprodurre il file, ma chiunque può visualizzarlo liberamente.

E’ un po’ come essere i proprietari di un museo a cui chiunque può accedere in qualunque momento e senza pagare il biglietto.

Puoi anche salvarlo sul tuo computer, farti un bello screen saver, stamparlo o addirittura creare un nuovo NFT della copia. Questo non vuol dire che sia legale.

E’ un po’ come quando, nei primi anni 2000 tutti scaricavano i film e le canzoni illegalmente.

Se non ci credi che sia così facile “rubare” il file digitale (non l’NFT, quello non si può rubare!), ti lascio qui sotto un video in cui viene spiegato il problema più in dettaglio (link alla clip del NFT che usa come test).

Esempi di NFT popolari

sorare-come-funziona

Alcuni esempi di NFT popolari sono i Crypto Punk, una raccolta di diecimila punk “pixellati”, tutti diversi l’uno dall’altro. Il valore di questi pezzi ha già superato diversi milioni di dollari. 

Un altro esempio è NBA Top Shot, una piattaforma in cui i fan possono acquistare e scambiare clip di azioni della NBA.

Un progetto simile, ma più esteso è quello di Sorare, una sorta di fantacalcio virtuale e mondiale. Gli utenti possono acquistare delle carte collezionabili digitali salvate sulla blockchain come NFT. Ogni carta rappresenta un giocatore di calcio. Una volta acquistate el carte, gli utenti possono scontrarsi in tornei internazionali in cui l’esito è deciso dalle performance dei giocatori durante le partite reali. Grazie a questi tornei è possibile vincere carte rare oppure premi in denaro.

Se pensi che questi progetti NFT possano interessarti e vuoi scoprire di più ti invito a leggere questi articoli del blog di Investimi:

Ulteriori esempi popolari includono Jack Dorsey,il fondatore di Twitter, e la vendita il suo primo mai un tweet come NFT e l’artista Beeple la vendita di un NFT del suo lavoro per sessanta nove milioni di dollari.

Ora che abbiamo coperto questa teoria, passiamo alla pratica. Come si acquista effettivamente NFT in generale?

Come acquistare un NFT

Esistono due tipi di marketplace di NFT: 

  • centralizzato
  • decentralizzato. 

I marketplace centralizzati ti consentono di registrarti e finanziare il tuo account utilizzando una carta di credito o altra forma di pagamento. Ad esempio, Nifty Gateway è un marketplace NFT centralizzato di proprietà dell’exchange Gemini

Se invece vuoi effettuare un acquisto attraverso un marketplace decentralizzato, avrai bisogno di un portafoglio compatibile con la blockchain su cui è stato creato NFT. Metamask è l’opzione più popolare.

Metamask è un portafoglio che è stato creato come un’estensione per il browser e lo si può utilizzare per acquistare NFT su marketplace decentralizzati come OpenSea, Rarible o SuperRare. Una volta che hai aperto l’account puoi iniziare a vendere, fare offerte e ad acquistare NFT su questi marketplace.

Visto che abbiamo visto come creare o acquistare un NFT non ci resta che vedere alcune informazioni che dovresti tener presente quando vendi un NFT.

Vendere e scambiare NFT

A meno che tu non sia un appassionato collezionista, dovrai anche vendere i tuoi NFT a un certo punto.

Come per le opere d’arte, anche il mercato degli NFT non è molto liquido.

In altre parole, non sempre c’è gente interessata ad acquistare il tuo NFT. I

Proprio come potrebbe essere difficile trovare qualcuno disposto a pagare migliaia di euro per una auto da collezione o una carta pokémon, anche il mercato degli NFT dipende dalla moda. Ecco perché, prima di iniziare a pensare di aprire a tua attività di “trader di NFT”, ti consiglio di dare uno sguardo al mio articolo su come investire in NFT.

Se invece hai un interesse un po’ più profondo del semplice “compro NFT e li rivendo per un profitto” ti conviene continuare a leggere perchè risponderò ad una domanda che sono sicuro ti sarai posto, e a cui ho in qualche modo parzialmente risposto, ma non in maniera così approfondita.

A cosa servono gli NFT?

Cosa posso fare effettivamente con un NFT?

Ebbene, la maggior parte delle persone trova dei modi creativi per metterlo in mostra. Ad esempio, alcuni NFT vengono visualizzati digitalmente nelle gallerie d’arte. Un’altra idea creativa, che sta diventando piuttosto popolare, è usare una cornice digitale in grado di visualizzare l’NFT e appenderlo in casa. In alternativa, puoi utilizzare una stampa fisica dell’NFT con accanto il codice QR, indicando la tua prova di proprietà sulla blockchain.

Con lo sviluppo dei metaversi (mondi virtuali),  sono nate anche gallerie completamente digitali in cui è possibile accedere grazie ai visori di realtà aumentata e virtuale. 

In futuro sarà possibile esporre i propri NFT nelle proprie case digitali!

Se vuoi scoprire di più sul mondo dei metaversi e del web3.0 leggi questi articoli di Investimi:

Come puoi vedere, le opportunità per mostrare la tua ultima opera d’arte digitale sono abbondanti. 

Ma, come ti ho anticipato prima, gli NFT non vengono utilizzati solo per l’arte. 

In realtà, tutto ciò che è unico e necessita di un certificato di proprietà può essere trasformato in un NFT.

In parole povere, un NFT può essere utilizzato per contrassegnare qualcosa nel mondo digitale come tuo. Quindi tutto ciò che richiede tale codifica può trarre vantaggio dalla tecnologia NFT.

Ad esempio, Decentraland è un mondo virtuale (metaverso) in cui gli utenti possono acquistare terreni digitali che possono essere venduti o utilizzati per la pubblicità. I giochi online possono utilizzare NFT per dimostrare la proprietà di oggetti digitali rari con i quali i giocatori possono quindi iniziare a fare trading se stessi.

Unstoppable domain utilizza gli NFT per stabilire la proprietà dei nomi di dominio.

Gli NFT possono anche essere utilizzati come garanzia per operazioni di DeFi. Per esempio puoi impegnare un NFT per ottenere un prestito nel mondo reale. Se credi sia possibile, NFTfi è un esempio di mercato per prestiti garantiti da NFT.

Come puoi vedere, le idee sono infinite.

E questi sono solo alcuni esempi, per ulteriori esempi sulle applicazioni pratiche del mondo NFT ti rimando all’articolo sugli Utility NFT.

Ciao! Cosa ne pensi di questo articolo? Fammelo sapere QUI sotto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.