Carta o Bancomat? Cosa rispondere? [Differenze + Conseguenze]

carta o bancomat

Qual è la differenza tra bancomat e carta di credito? Cosa scegliere?

Carta o bancomat?” Quante volte ti hanno fatto questa domanda nella tua vita? E quante volte hai risposto a caso o hai semplicemente mostrato la carta al cassiere, nella speranza che fosse lui ad avere la risposta alla domanda?

Oggi finalmente andremo a vedere qual è la differenza tra rispondere: “pago con carta” e “pago con bancomat”. In altre parole scopriremo la differenza tra “bancomat” e “carta di credito“.

In questo modo non sarai più costretto a vivere questi momenti di imbarazzo e potrai finalmente rispondere con sicurezza alla domanda “Carta o bancomat?”

Non perdiamo altro tempo. Andiamo subito al sodo. Cosa si intende genericamente per “carta” e cosa si intende per “bancomat”?

Differenza tra Bancomat e Carta di Credito

elenco carte di credito

Bancomat

In gergo, la carta di debito viene anche chiamata “Bancomat”. Quindi quando senti il termine Bancomat, pensa “Carta di Debito”.

La carta di debito è una carta magnetica direttamente collegata al tuo conto corrente e ti permette di pagare nei negozi. Il suo funzionamento è del tutto analogo al contante. Ti permette di effettuare pagamenti fino all’esaurimento della liquidità sul conto in banca.

In altre parole, pagando con la carta di debito attingi effettivamente ai soldi che hai sul tuo conto corrente.

Questa forma di pagamento viene anche detta “pay-now”.

Carta di credito

In gergo, la carta di credito viene genericamente chiamata “carta”.

La carta di credito è una carta magnetica che ti permette di accedere al credito. Esistono 2 tipi di carta di credito:

  • carta di credito a saldo: ogni mese ricevi l’addebito delle spese del mese precedente (solitamente senza interessi)
  • carta di credito revolving: il tuo debito si accumula su una sorta di conto ed ogni mese paghi una rata per restituire il tuo debito (con interessi)

In entrambi i casi, pagando con la carta di credito ti stai facendo anticipare i soldi dalla società che ha emesso la carta. Soldi che poi verranno prelevati, in un secondo momento. Non a caso questa forma di pagamento viene detta “Pay later”.

Differenza Bancomat e Carta di Credito

Riassumendo, quale è la differenza tra bancomat e carta di credito?

Con il Bancomat (carta di debito) l’importo del pagamento ti viene sottratto direttamente dal conto, con la carta di credito, l’importo ti viene addebitato a posteriori, secondo le modalità definite dal contratto con la società che ha emesso la carta.

Cosa si intende per “pagare con Carta”?

Per “pagare con carta” si intende generalmente il pagamento tramite carta di credito.

Se alla cassa ti chiedono se vuoi pagare con carta o bancomat e vuoi pagare con una CARTA DI CREDITO devi rispondere: “pago con Carta”

Nota bene. Ho detto carta di credito, non carta di debito.

Cosa si intende per “pagare con Bancomat”?

Per “pagare con Bancomat” si intende generalmente il pagamento tramite carta di debito.

Quindi se alla cassa ti chiedono se vuoi pagare con carta o bancomat e vuoi pagare con una CARTA DI DEBITO, devi rispondere: “pago con Bancomat”

Ora probabilmente ti starai chiedendo: “Perchè si dice “pago con Bancomat” per pagare con carta di debito?”

La risposta è che tradizionalmente il circuito principale utilizzato per le carte di debito in Italia era, appunto, il circuito Bancomat.

Nel parlato è rimasta quindi questa associazione tra Bancomat e carta di debito.

Un altro dubbio che può affliggerti sull’argomento è: perché viene fatta la domanda: “Carta o Bancomat?”.

Da dove nasce la domanda “Carta o Bancomat?”

Se ogni volta che devi pagare ti viene fatta questa domanda una ragione dopotutto deve esserci. E’ arrivato il momento di scoprirlo.

Fino a qualche anno fa le banche fornivano ai propri clienti carte che potevano fare sia da carta di credito che da carta di debito (“da bancomat”).

Così i cassieri sono stati obbligati a chiedere ai clienti se desideravano utilizzare la carta di pagamento come carta di debito o carta di credito.

Ad ogni modo al giorno d’oggi la questione non si pone più visto che appunto le carte con uso misto (debito+credito) sono molto rare.

Carta o Bancomat, cosa conviene rispondere?

dubbi

Per il consumatore, nella maggior parte dei casi non c’è alcuna differenza in termini di costo. Salvo diversamente indicato, il totale da pagare è indifferente dallo strumento di pagamento.

Per i pagamenti nei negozi, per i consumatori non fa alcuna differenza pagare con carta di credito o carta di debito.

In alcuni casi, per i pagamenti digitali, può essere applicata una tassa (sempre più rara) se si sceglie di pagare con carta di credito (probabilmente perché comporta delle commissioni più alte per l’esercente).

Il discorso cambia nel caso di pagamenti in valuta estera dove possono essere applicate delle commissioni sul tasso di cambio, e le condizioni applicate pagando con carta di credito o di debito possono differire.

Non c’è una regola specifica in questo caso, dato che le commissioni dipendono dal tuo contratto con la banca, ma per esperienza ti posso dire che, generalmente conviene pagare con carta di debito.

Se vuoi scoprire di più sui pagamenti in valuta estera potrebbero interessarti questi due articoli:

Perchè per alcuni pagamenti è richiesta la carta di credito?

Pagare con carta di credito

Se hai mai noleggiato un’auto o simili, allora probabilmente sai che spesso viene richiesta una carta di credito. Perchè?

La risposta l’ho scoperta lavorando in una società fintech. Con la carta di debito ci vogliono dei giorni perché i soldi arrivino effettivamente a chi deve riceverli (proprio come i bonifici). Questo perché il pagamento deve passare attraverso diversi livello di controllo. E in alcuni casi l’utente o la banca può rifiutarsi e cancellare il pagamento. Oppure gli organismi di vigilanza possono semplicemente bloccarlo.

Ecco che entrano in campo le carte di credito. Le società come Nexi, Visa e American Express fanno da “garante” per il pagamento e “anticipano” i soldi per te.

Se poi tu non sarai in grado di pagare il tuo debito con Nexi, Visa ecc.. allora saranno loro a doversi rivalere su di te. 

Ma almeno il commerciante è al sicuro, con il conto pagato!

Ecco perché quando ci sono molti soldi in gioco, i commercianti preferiscono spesso avere la garanzia di una carta di credito!

Carta o bancomat – Conclusioni

Carta o bancomat? Questa domanda ci viene spesso posta dai cassieri al momento del pagamento. La ragione? Molte carte, specialmente anni fa, facevano sia da carta di debito che da carta di credito. “Carta” infatti si riferisce alla carta di credito, mentre “Bancomat” fa riferimento alla carta di debito.

Al giorno d’oggi però la maggior parte delle carte fa solo da carta di credito o da carta di debito. 

Quindi se devi pagare con una carta di debito (carta collegata direttamente al tuo conto corrente) allora devi scegliere “Bancomat”. Se invece devi pagare con la carta di credito (carta in cui il debito si accumula su un conto separato e poi arriva tutto di botta), allora devi scegliere “Carta”.

Spero che finalmente tu abbia trovato al risposta che cercavi. Per ulteriori informazioni su come impostare la tua vita finanziaria, ti invito a leggere la guida alla finanza personale di Investimi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto