Costi Fondi Comuni di Investimento: Statistiche e Casi Reali

Quali sono i costi dei fondi comuni di investimento? A quanto ammontano questi costi in Italia?

Quali sono i costi dei fondi comuni di investimento?

I fondi comuni di investimento sono soggetti a diverse tipologie di costi e commissioni:

  • commissione di gestione
  • commissione di sottoscrizione
  • commissione di rimborso
  • commissione di switch
  • commissione di sovra-performance

Analizziamo queste tipologie di costi dei fondi comuni una per una.

Tipologia di costoFrequenzaCalcolata su
commissione di gestioneAnnualeCapitale in gestione
commissione di sottoscrizioneAd ogni depositoImporto del deposito
commissione di rimborsoAd ogni prelievoImporto del prelievo
commissione di switchAd ogni cambioCapitale movimentato
commissione di sovra-performanceAnnualeRendimento generato dal capitale in gestione

Commissioni di gestione

Le commissioni di gestione rappresentano la remunerazione che la società di gestione del fondo riceve per la gestione e l’amministrazione quotidiana del fondo. Queste commissioni sono generalmente espresse come una percentuale annuale dell’attivo totale del fondo. Ad esempio, se un fondo ha una commissione di gestione del 1% e l’attivo del fondo è di 100.000 euro, l’investitore pagherà 1.000 euro all’anno in commissioni di gestione.

Le commissioni di gestione vengono addebitate periodicamente sul valore dell’attivo del fondo e sottratte direttamente dal rendimento del fondo. Gli investitori non devono effettuare pagamenti diretti per queste commissioni.

Commissioni di sottoscrizione

La commissione di sottoscrizione, nota anche come commissione di ingresso, è una commissione che gli investitori possono dover pagare quando acquistano nuove quote di un fondo comune di investimento. Questa commissione è generalmente espressa come una percentuale dell’importo investito.

La commissione di sottoscrizione viene detratta dall’importo investito quando l’investitore acquista le quote del fondo.

Commissioni di rimborso

La commissione di rimborso è una commissione che alcuni fondi comuni di investimento possono addebitare agli investitori quando vendono o riscattano le proprie quote prima di un determinato periodo di detenzione specificato nel regolamento del fondo. Questo periodo è noto come “orizzonte temporale” o “data di maturazione”.

La commissione di rimborso viene detratta dall’importo che l’investitore riceve quando vende o riscatta le proprie quote prima della data di maturazione.

Commissioni di switch

La commissione di switch è applicata quando un investitore decide di spostare i propri investimenti da un fondo a un altro all’interno della stessa società di gestione. Questa commissione può variare a seconda delle politiche della società di gestione.

La commissione di switch viene solitamente detratta dall’importo spostato tra i fondi.

Commissioni di sovra-performance

La commissione di sovra-performance è una commissione che viene addebitata agli investitori quando il fondo supera il suo benchmark o l’obiettivo di rendimento prestabilito. Questa commissione è progettata per incentivare la società di gestione a raggiungere risultati eccezionali per conto degli investitori.

Visto che questa commissione è un po’ particolare può essere interessante vedere un esempio per capire meglio come funziona.

Supponiamo di avere un fondo comune di investimento denominato “Fondo Alpha” con una commissione di sovraperformance del 10%.

Se il Fondo Alpha supera il suo benchmark di riferimento nell’anno fiscale, ad esempio ottenendo un rendimento netto dell’8% contro il 7% del benchmark, la commissione di sovraperformance si applicherà solo sulla parte del rendimento che supera il benchmark. In questo caso, il superamento è dell’1% (8% – 7%).

La commissione di sovraperformance è il 10%di quell’1%. Quindi, l’importo della commissione di sovraperformance sarà pari allo 0,1% (10% di 1%) del capitale in gestione.

Supponiamo che un investitore abbia investito 10.000 euro nel Fondo Alpha e che il fondo abbia superato il benchmark di riferimento con un rendimento netto dell’8%. In questo caso, il rendimento in eccesso rispetto al benchmark sarebbe dello 0,1% di 10.000 euro, ovvero 10 euro.

Quindi, l’investitore pagherà una commissione di sovra-performance di 10 euro alla società di gestione del fondo.

Statistiche sui costi dei fondi comuni di investimento

Ora che abbiamo visto le diverse tipologie di fondi comuni d’investimento non ci resta che vedere a quanto ammontano queste commissioni per i fondi comuni italiani.

Per farlo ci affidiamo alle fonti più autorevoli possibile:

  • la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, meglio conosciuta come CONSOB.
  • la European Securities and Markets Authority (ESMA)

Iniziamo analizzando le commissioni di gestione dei fondi italiani. Secondo l’ultimo report disponibile sull’argomento, “Il costo dei fondi comuni in Italia”  della CONSOB, i costi di ingresso medi dei fondi comuni italiani sono pari all’1,5%, mentre i costi di uscita medi sono pari allo 0,05%. (ref.)

Vediamo ora le commissioni di gestione. Secondo il rapporto ESMA “Performance and Costs of EU Retail Investment Products”. commissioni di gestione medie dei fondi comuni italiani sono le seguenti:

  • 1,9% per i fondi azionari
  • 0,9% per i fondi obbligazionari
  • 1,4% per i fondi bilanciati
commissioni fondi comuni di investimento

Le commissioni di extra performance vengono applicate solo da una parte dei fondi comuni, circa la metà dei fondi, e ammontano solitamente al 10-20%.

Va inoltre sottolineato che secondo lo studio della CONSOB, oltre il 70% di questi costi sono “costi di distribuzione” (ref.)

In altre parole, circa il 70% dei costi pagati dai sottoscrittori di un fondo andrebbero ad alimentare il meccanismo di “collocamento”, cioè la rete distributiva dei fondi (principalmente banche e consulenti).

Esempi di analisi dei costi di 3 fondi comuni di investimento

Se possiedi già dei fondi di investimento e vuoi capire come valutare i costi di un fondo di investimento o se devi valutare il costo dei fondi comuni di investimento che ti hanno proposto in banca, questa sezione potrebbe esserti particolarmente utile.

Andiamo ad analizzare dei casi reali, degli esempi di costi di fondi comuni che esistono realmente sul mercato.

Fondi BancoPosta

Andiamo ad analizzare i costi dei Fondi BancoPosta. Nello specifico ci concentriamo sul fondo Bancoposta Azionario Internazionale.

Questo fondo investe in azioni dei Paesi Sviluppati selezionate per caratteristiche ESG (con caratteristiche ambientali, sociali e di governance).

commissioni-fondo-comune-bancoposta

Come puoi vedere in questo caso i costi di sottoscrizione e rimborso sono nulli. Si pagano solo delle commissioni fisse per la singola operazione eseguita. Per fortuna però queste commissioni non sono in percentuale sul capitale, ma sono fisse e di un ordine di grandezza accettabile.

Andiamo ora a vedere le commissioni di gestione.

commissioni-fondo-comune-bancoposta2

Come puoi vedere le commissioni di gestione del fondo Bancoposta Azionario internazionale ammontano al 1,60%.

Interessante vedere che sono le più alte di tutta la serie dei gondi BancoPosta.

Positivo infine il fatto che nessuno di questi fondi applichi una commissione di performance.

Fondi Arca Azioni Internazionale

Analizziamo ora le commissioni di un fondo competitor del fondo Bancoposta Azionario internazionale, il fondo Arca Azioni Internazionali.

commissioni-fondo-comune-arca

Come puoi vedere, il trattamento è simile a quello evidenziato per il fondo precedente. Fa eccezione però la commissione di sottoscrizione pari al 3% nel caso si acquistino i fondi “Classe P”.

Vediamo ora le commissioni di gestione del fondo Arca.

commissioni-fondo-comune-arca-2

Come puoi la commissione di gestione ammonta a 1,80% nel caso del fondo Arca Azioni Internazionale Classe P, e 0,65% nel caso di Arca Azioni Internazionale classe I. Una bella differenza! Più del doppio.

Infine fortunatamente non è prevista alcuna commissione di sovra-performance per questo fondo.

Fondo Eurizon azioni internazionali

Analizziamo ora i costi di un altro fondo, l’Eurizon Azioni Internazionali. Questo fondo investe in azioni internazionali dei Paesi Sviluppati. 

Andiamo a vedere le commissioni di sottoscrizione e di rimborso.

commissioni-fondo-comune-eurizon

Come puoi vedere, tutte le somme versate nel fondo Eurizon Azioni Internazionali sono soggette ad una commissione del 1,50%, indipendentemente che sia faccia un versamento unico (PIC) o un Piano di Accumulo (PAC).

Vediamo ora le commissioni di gestione del fondo.

commissioni-fondo-comune-eurizon-2

Come puoi vedere il fondo è soggetto ad una commissione di gestione dello 1,87%, a cui si somma una commissione dello 0,23% come costo per coprire le transazioni necessarie per l’esecuzione della strategia.

Costi dei fondi comuni di investimento – Conclusioni

I fondi comuni italiani sono soggetti a molteplici costi:

  • commissioni di gestione (una commissione annuale sul capitale investito)
  • commissione di sottoscrizione (una commissione che paghi quando versi i soldi nel fondo)
  • commissione di rimborso (una commissione che paghi quando tiri fuori i soldi dal fondo)
  • commissione di sovra-performance (una commissione applicata se il rendimento batte il benchmark di riferimento)
  • commissione di switch (una commissione applicata quando si passa da un fondo ad un altro fondo della stessa “casa”)

Secondo le statistiche, mediamente questi costi ammontano a:

  • 1,9% di commissioni di gestione per i fondi azionari
  • 0,9% di commissioni di gestione per i fondi obbligazionari
  • 1,4% di commissioni di gestione per i fondi bilanciati
  • 1,5% di commissioni di sottoscrizione
  • 0,05% di commissioni di rimborso
  • dal 10 al 20% per le commissioni di sovra-performance

Dati questi costi, i fondi comuni di investimento convengono o no? La risposta in questa analisi.

Fonti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto