Polizza RC Professionale: Cos’è, come funziona, cosa copre?

polizza RC professionale

Cos’è l’assicurazione RCP? Come funziona? Cosa copre? E’ obbligatoria?


Cos’è una polizza RCA e come funziona?

L’assicurazione RC in generale è una polizza che rimborsa soggetti terzi per danni di tua responsabilità.

Una polizza RCP (Responsabilità Civile Professionale) ti assicura contro i danni di tua responsabilità che potresti arrecare a terzi durante l’esercizio della tua professione.

Immagina di essere un ingegnere (o magari lo sei veramente), e di dover fare i calcoli strutturali di una palazzina.

Fai tutti i tuoi calcoli, il committente ed il comune ed eventuali altri revisori sono soddisfatti del tuo lavoro e iniziano la costruzione. Dopo oltre 1 anno di lavori, la costruzione della palazzina è ultimata. Non resta che fare le prove di carico. Ed è qui che si scopre che i solai si deformano oltre le soglie limite. Non ci vuole molto prima di scoprire che avevi sbagliato un calcolo.

La responsabilità è tua e ora devi rimborsare tutte le parti che saranno intaccate negativamente dalla tuo errore.

Per fortuna avevi una polizza RC professionale che rimborsa le parti lese al posto tuo!

Tutto bene no?

Non proprio, perché ora verrai considerato un soggetto “più pericoloso” e quindi la “rata” (il cosiddetto premio dell’assicurazione) probabilmente verrà alzata.

Questo era un esempio sull’assicurazione RC professionale per un ingegnere, ma il funzionamento è molto simile per tutte le assicurazioni RC professionali!

Cosa copre l’assicurazione Responsabilità Civile Professionale?

Una polizza RC professionale copre i danni a terzi relativi a controversie nate durante l’esercizio della professione.

Quindi il danno deve essere legato direttamente all’esercizio della professione.

Purtroppo non tutti i danni sono coperti. In alcuni casi è possibile che l’assicurazione non risponda.

In quali casi?

Solitamente ci sono 2 cas in cui l’assicurazione non copre totalmente i danni:

  • quando l’importo dovuto è maggiore del massimale
  • quando l’importo è inferiore alla franchigia

Quando l’importo dovuto è maggiore del massimale l’assicurazione risponde solamente fino al massimale stabilito. Oltre quella soglia, sarà responsabilità del professionista rispondere del danno

Nel caso di importo inferiore alla franchigia invece l’assicurazione non si attiverà. Di conseguenza sarà tua responsabilità rispondere di tutto il danno.

Cosa considerare nella scelta della polizza RC professionale

Visto quanto ci siamo appena detti, è fondamentale scegliere con attenzione il massimale e la franchigia del nostro contratto di assicurazione.

Come puoi immaginare, la situazione ideale è avere un massimale molto alto e una franchigia molto bassa.

Tuttavia, aumentare i massimali e ridurre le franchigie inevitabilmente porterà ad un aumento del premio.

La scelta quindi sta a te.

Pagare qualcosa in più e lavorare in tranquillità o risparmiare un po’ e correre qualche rischio in più?

Certo messa così appare evidente che pagare qualcosa in più è sempre conveniente. Ma non sempre.

Alla fine devi valutare un po’ la tua situazione e stimare quali sono i rischi che corri. Magari sei all’inizio della tua carriera e non hai ancora grandi responsabilità quindi anche i rischi che corri sono più bassi rispetto a quelli di un professionista navigato.

Come scegliere la giusta polizza RC professionale quindi? 

Il metodo più facile è probabilmente farsi consigliare da colleghi con un po’ più di esperienza e, una volta raccolte un po’ di opinioni, valutare quale soluzione ci sembra più adatta alla nostra situazione e alla nostra propensione al rischio.

Cosa NON copre l’assicurazione Responsabilità Civile Professionale?

medico

Normalmente l’assicurazione RC professionale base non copre i seguenti danni:

  • danni propri
  • danni prodotti volontariamente
  • spese legali
  • danni prodotti prima dell’inizio della polizza

Non per niente infatti questi sono generalmente oggetto di garanzie aggiuntive! Infatti solitamente è possibile estendere la propria polizza professionale per coprire anche questi aspetti.

Andiamo ad analizzarli più nel dettaglio.

Polizze accessorie alla RCP

Come ti ho già anticipato è possibile estendere la polizza professionale base con delle garanzie accessorie:

  • Polizza tutela legale
  • Polizza retroattiva

Andiamo ad approfondire il significato di queste polizze accessorie.

Polizza tutela legale

La polizza tutela legale copre le spese legali e istruttorie relative alle controversie che possono nascere durante l’esercizio della professione.

Per esempio può coprire le spese legali per avvocati, le spese per il processo e per i periti.

Polizza professionale retroattiva

Questo argomento è talmente importante che ci vuole un capitolo di approfondimento apposito!

Polizza professionale retroattiva, cosa significa e come funziona?

Il modo migliore per capire la retroattività di una polizza RC professionale è un esempio.

Immagina di stipulare una polizza professionale con retroattività 3 anni con copertura per tutto il 2022.

A marzo 2022 riceve una richiesta di risarcimento per un errore commesso 2 anni prima (2020).

Essendo che l’assicurazione ha una retroattività di 3 anni (quindi fino al 2019) il professionista è coperto e l’assicurazione è costretta a rispondere.

Al contrario, se il danno fosse accaduto 5 anni prima, quindi nel 2017, l’assicurazione non avrebbe risposto.

Cosa ci insegna questo esempio?

Questo ci dà uno spunto importante. Perchè l’assicurazione professionale risponda sono necessarie 2 condizioni:

  1. Che il professionista sia coperto dall’assicurazione nel momento in cui riceve la richiesta di risarcimento
  2. Che il danno sia avvenuto durante un periodo coperto dalla retroattività della polizza

Nonostante i vincoli, l’importanza di avere un’assicurazione professionale con retroattività è innegabile.

E’ molto frequente che le denunce da parte dei clienti arrivino dopo mesi, se non anni. 

E’ quindi praticamente impensabile per un professionista acquistare un’assicurazione RC professionale senza retroattività 

Attenzione, magari per il tuo caso specifico non è così, quindi se sei liberissimo di fare senza.

Obbligo polizza RC Professionale

pexels photo 5668473 Assicurazioni

Come probabilmente già sai ci sono dei professionisti che sono costretti per legge a munirsi di assicurazione RC professionale (D.P.R. 7/8/2012, n. 137)

Le figure professionali obbligate per legge a dotarsi di una polizza RC professionale sono le seguenti

Professioni Tecniche

  • Geometri e Periti
  • Geologi
  • Ingegneri
  • Architetti

Professioni Economico-Giuridiche

  • Amministratori di Condominio
  • Commercialisti
  • Avvocati
  • Consulenti del Lavoro
  • Notaio

Professioni Sanitarie

  • Veterinari
  • Personale Sanitario Non Medico e Parasanitario
  • Medici
  • Odontoiatri
  • Psicologi

Deduzione fiscale assicurazione RC professionale

Una buona notizia per tutti i professionisti.

La polizza RC professionale obbligatoria ovvero i costi sostenuti per proteggersi da eventuali danni a terzi nell’esercizio della professione, sono deducibili nella dichiarazione dei redditi al 100%.

In realtà c’è un inghippo. La polizza professionale non è deducibile in tutti i casi. Come ti ho spiegato in questo articolo: Differenze tra Regime ordinario, semplificato e forfettario

purtroppo i professionisti con partita IVA a regime forfettario non possono dedurre nessun costo se non i contributi pensione. Di conseguenza:

Se hai una partita IVA a regime forfetario purtroppo non potrai godere di queste deduzioni.

Responsabilità Civile Professionale- Conclusioni

La polizza Responsabilità Civile Professionale (RCP) base protegge l’assicurato contro i danni procurati a terzi durante l’esercizio della propria professione.
In altre parole se vieni denunciato per aver provocato un danno ad un cliente ed è effettivamente  colpa tua non dovrai pagare i danni.

Gli elementi principali di una polizza RC professionale sono:

  • il massimale
  • la franchigia
  • la retroattività

Il massimale indica l’importo massimo coperto che l’assicurazione potrà sborsare per coprire i tuoi danni.

La franchigia indica invece l’importo minimo per cui l’assicurazione si attiverà per rimborsare i danni o la parte di importo per cui l’assicurazione non risponderà.

Infine la retroattività di una polizza assicurativa professionale definisce quanti anni possono essere trascorsi dal momento in cui è stato realizzato il danno. Se il danno oggetto della controversia è precedente al periodo coperto dalla retroattività l’assicurazione non risponderà.

Se sei interessato ad approfondire il discorso assicurazioni e vuoi una panoramica generale sulle assicurazioni disponibili sul mercato ti invito a leggere questo articolo:

Ciao! Cosa ne pensi di questo articolo? Fammelo sapere QUI sotto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.