Carta di credito: perché può farti risparmiare un sacco di soldi?

Pagare con carta di credito

La carta di credito è una trappola o uno strumento utile? Lo scopriremo in questo articolo.


Ciao a tutti, in questo articolo vorrei riassumervi un po’ di concetti interessanti sulle carte di credito e sul credito in generale.

Partiamo dalle origini del mondo.

Cos’è il credito?

Il credito non è altro che lo strumento attraverso il quale potete accedere a dei soldi in un dato momento. Soldi gratis? Ma ovviamente no. Di solito infatti per accedere a questi soldi dovete sottoscrivere un accordo in cui vi impegnate a restituire in futuro tutto quello che vi hanno prestato più degli interessi.

Per capire l’importanza della carta di credito dobbiamo cambiare prospettiva e metterci nei panni di coloro che ci prestano il denaro.

Dareste mai decine o centinaia di migliaia di euro al primo che entra dalla porta?

Io non credo….. Ecco perché le banche hanno bisogno di garanzie: di qualcuno che garantisca per voi (ossia che si impegni a pagare al posto vostro) o di uno storico della vostra affidabilità creditizia. (Se volete approfondire la questione vi consiglio di leggere questo articolo della Banca d’Italia)

persona povera Carta di credito

Gli istituti di credito valutano la nostra affidabilità creditizia controllando la regolarità dei pagamenti su:

  • Mutui
  • Prestiti
  • Carte di credito

Ecco quindi che pagare con costanza e frequenza il debito sulla nostra carta di credito ci aiuta a costruire un’immagine da buon debitore.

businessman 1 Carta di credito

Ok, ma nella pratica, a cosa serve?

Avare un “credit score” elevato non solo aumenta le probabilità che ci vengano concesse delle linee di credito ma ci permette di accedere anche a tassi di interesse più vantaggiosi.

Tornando nei panni di un banchiere, risulta ovvio che se devo scegliere tra due debitori sarò più “felice” di prestare dei soldi a quello più affidabile. Inoltre assumendo che sia disposto a prestare soldi ad entrambi, sarò disposto a concedere degli interessi minori in cambio della certezza di essere ripagato.

Quindi al debitore “virtuoso” con un elevato credit score, pur di prenderlo come cliente e guadagnarci qualcosina, proporrò degli interessi bassi.

Al contrario,nel caso del debitore “rischioso”, voglio assicurarmi di essere ben ripagato per il rischio che mi sto assumendo, e gli imporrò degli interessi più alti.

Ciao! Cosa ne pensi di questo articolo? Fammelo sapere QUI sotto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.